All’interno del libro in uscita a novembre Tinderbox: HBO’s Ruthless Pursuit of New Frontiers, verranno raccontati anche dei retroscena dal set de I Soprano, e della performance del mai dimenticato protagonista James Gandolfini.

Su The Vulture è stato pubblicato un estratto del libro scritto da James Andrew Miller, che parla della più grande sfuriata mai fatta da Gandolfini sul set de I Soprano, riguardo una scena in cui Tony avrebbe dovuto masturbarsi in una stazione di servizio.

Gandolfini, una volta disse che dopo una giornata di riprese, spesso doveva fare una doccia perché si sentiva “sporco” del ruolo di Tony Soprano. A volte l’attore esitava davanti a una scena particolare e invece di chiedere a Chase: “Devo proprio farlo? ‘ si chiedeva ad alta voce: ‘Che cazzo è questa roba?’ e poi dichiarava categoricamente: ‘Non lo farò.’”

La sfuriata più lunga e più forte di Gandolfini è stata su una sceneggiatura di una scena che chiedeva a Tony di precipitarsi in un bagno di una stazione di servizio e masturbarsi nel periodo in cui Tony aveva una relazione con l’agente immobiliare Julianna Skiff, interpretata da Julianna Margulies. Ma anche quella volta, nonostante le proteste, Gandolfini cedette e fece la scena come scritto. Come si è poi scoperto, la sequenza della stazione di servizio è stata girata ma poi modificata nella versione finale dell’episodio. A sua difesa, Gandolfini non si è mai lamentato con Chase che la scena fosse finita nel cestino in sala di montaggio.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

The Many Saints of Newark, il film prequel della serie, è arrivato nelle sale americane e su HBO Max dal 1° ottobre.
Del cast fanno parte Alessandro Nivola (Disobedience, American Hustle), Leslie Odom Jr. (Hamilton, Assassinio sull’Orient Express”), Jon Bernthal (Baby Driver – Il genio della fuga, The Wolf of Wall Street), Corey Stoll (First Man, Ant-Man), Michael Gandolfini (The Deuce), Billy Magnussen (Game Night, La grande scommessa), Michela De Rossi (Boys Cry, The Rats), John Magaro (The Finest Hours, Not Fade Away), Ray Liotta (Shades of Blue, Quei bravi ragazzi) e Farmiga (Tra le nuvole, The Conjuring).

Fonte: Indie Wire