La notizia della cancellazione di Jupiter’s Legacy dopo una sola stagione ha colto tutti di sorpresa: la serie tratta dai fumetti di Mark Millar era stata progettata per proseguire per diverse stagioni, e la decisione di “espandere l’universo” mettendo in cantiere l’adattamento di Supercrooks, incentrata sui villain, è stata percepita come un brusco cambio di direzione.

L’annuncio è avvenuto il 2 giugno, meno di un mese dopo il debutto della serie su Netflix, a dimostrazione che è parso subito chiaro che il progetto così come era stato concepito non aveva funzionato. La piattaforma streaming non diffonde con trasparenza i dati di ascolto dei propri titoli (soprattutto quando questi vanno male), ma quello che sappiamo è che per almeno un paio di settimane la serie è stata il titolo originale più visto.

I motivi della cancellazione, tuttavia, sono diversi. Il primo è legato alla complessa produzione della prima stagione, per la quale lo showrunner Steven DeKnight aveva chiesto a Netflix almeno 12 milioni di dollari di budget per episodio ottenendone invece “solo” 9. DeKnight a quel punto ha iniziato a scontrarsi duramente con Netflix, finendo spesso fuori budget e lasciando la produzione per le classiche “divergenze creative”. Le riprese sono state interrotte, DeKnight è stato rimpiazzato con San Kyu Kim che ha rimesso mano ai primi episodi per poi terminare le riprese della prima stagione.

Ma il budget ha continuato a lievitare anche durante la postproduzione, che si è svolta nel corso del 2020, e non è servito a molto coinvolgere come consulente il produttore Louis Leterrier. Secondo quanto racconta l’Hollywood Reporter in un lungo reportage, alla fine il budget per episodio ha superato i 12 milioni chiesti inizialmente da DeKnight, arrivando ad avvicinarsi ai 20 milioni di dollari (per un totale quindi che, secondo fonti citate dal sito, potrebbe aver sfiorato i 200 milioni di dollari per la prima stagione).

Ulteriore tegola sul futuro di Jupiter’s Legacy sembra sia stato l’addio a Netflix di Cindy Holland (vp original content che per prima diede il via libera alla serie) e di due dirigenti che supervisionavano il progetto sin dall’inizio. La nuova head of global TV Bela Bajaria ha deciso di mantenere l’approccio che qualsiasi serie della precedente gestione che non è un successo inconfutabile va cancellata, e così è stato.

JUPITER’S LEGACY: LA TRAMA

Jupiter’s Legacy è un superhero drama che attraversa decenni e percorre le complesse dinamiche della famiglia, del potere e della lealtà. Dopo aver trascorso quasi un secolo a proteggere l’umanità, la prima generazione di supereroi del mondo deve guardare ai propri figli per continuare l’eredità. Ma le tensioni aumentano quando i giovani supereroi, affamati di dimostrare il loro valore, lottano per dimostrarsi all’altezza della leggendaria reputazione pubblica dei loro genitori e degli standard personali esigenti.

Il fumetto originale è uscito nel 2013 tramite Image Comics. Alla produzione della serie vi sono entrambi gli autori, Millar e Quietly, assieme a Lorenzo Di Bonaventura, Dan McDermott, Steven S. DeKnight, James Middleton e Sang Kyu Kim. Ricordiamo che Millarworld, l’etichetta di Millar, è stata acquistata da Netflix nel 2017.

La serie è interpretata da Josh Duhamel, Leslie Bibb, Ben Daniels, Elena Kampouris, Andrew Horton, Mike Wade, Matt Lanter e Ian Quinlan.

Tutte le notizie sono nella nostra scheda,

Cosa ne pensate di queste parole sul destino di Raikou in Jupiter’s Legacy?