Tales of the Walking Dead sarà uno degli spinoff della serie originale e Robert Kirkman, creatore del fumetto su cui si basa il franchise televisivo, ha ora spiegato in che modo il progetto sarà diverso da quanto già proposto sugli schermi.
Lo show antologico è stato ideato da Scott Gimple e racconterà storie con al centro personaggi già mostrati negli show della saga, compresi anche alcuni che hanno perso la vita nella storia proposta sugli schermi, e totalmente nuovi.

La prima stagione sarà composta da meno di 16 episodi, numero abitualmente prodotto per gli show di The Walking Dead.
Kirkman, intervistato da Collider, ha ora raccontato:

Speriamo di andare oltre la prima stagione. Non c’è nessun tipo di limite a quello che stiamo facendo, stiamo semplicemente cercando di realizzare la miglior stagione possibile con cui iniziare e scoprire come andranno le cose partendo da quel materiale.

L’autore del fumetto ha aggiunto:

Penso sia un’incredibile opportunità per esplorare molti aspetti diversi dell’universo di The Walking Dead, potendo saltare avanti e indietro nel tempo e realizzare cose molto diverse rispetto a quanto realizzato con The Walking Dead fino a questo momento. Penso sarà uno show davvero fantastico e vedremo cosa accadrà.

Tra i personaggi di cui si dovrebbero raccontare nuovi dettagli della storia sembrano esserci Abraham (Michael Cudlitz), Beta (Ryan Hurst), ed Eastman (John Carroll Lynch), il mentore di Morgan (Lennie James) apparso nella sesta stagione.

Che ne pensate delle dichiarazioni di Robert Kirkman sulla serie Tales of the Walking Dead? Lasciate un commento!

Potete rimanere aggiornati sui progetti legati a The Walking Dead grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: ComicBook