Jane Adams, intervistata da Vanity Fair, ha criticato i commenti negativi rivolti alla serie The Idol attaccando chi ha condiviso la propria opinione negativa per ragioni “femministe”.

L’attrice ha spiegato:

Quello che trovo incredibile è che nessuno stia ascoltando. Non ho mai visto niente di simile alla mia epoca, un così ostinato ‘Ci rifiutiamo di cambiare la narrazione’. Voglio in particolare dire a tutte le femministe: ‘Fanculo’. Tutte queste donne con cui sto lavorando parlano della loro esperienza e non le state ascoltando. Non state ascoltando!

L’interprete di Nikki Katz, la responsabile della casa discografica che lavora con Jocelyn, ha aggiunto:

Amo lo show. Attualmente, per certe persone, devi quasi chiedere scusa quando non ti piace o ami qualcosa. Non mi importa più. Questo è uno dei lati positivi di essere una signora con i capelli grigi, hai quasi il permesso a fregartene. La libertà di parola è la libertà di offendere, punto. La cosa più divertente, per me, è offendere un gruppo di persone a prescindere da quello che si fa.

La serie creata da Sam Levinson e Abel “The Weeknd” Tesfaye è stata criticata per colpa delle scene di sesso e dell’approccio alla storia della protagonista, sostenendo che le interpreti fossero state “sfruttate” dai filmmaker. Lily-Rose Depp e altre attrici hanno però ribadito più volte che si erano sentite rispettate e al sicuro sul set.

Che ne pensate dei commenti di Jane Adams sulle critiche a The Idol?

Potete rimanere aggiornati sulla serie, disponibile in Italia su Sky e NOW, grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: Vanity Fair