L’adattamento Netflix di The Witcher tornerà con la stagione 2 il prossimo dicembre, e mostrerà il rapporto tra Geralt e Ciri dopo il loro incontro al termine della prima serie.

Henry Cavill, che nella serie interpreta proprio lo strigo, è stato intervistato da Entertainment Weekly e ha dichiarato quanto sarà diverso il personaggio nella stagione 2, un eroe più maturo e con nuove responsabilità, proprio come nei libri originali:

 

Anche se non è mai stato necessariamente qualcuno che volesse dei bambini, è abbastanza naturale per lui farle da protettore.
Quello che sto cercando di fare è tirare fuori di più di quel Geralt intellettuale, filosofico e saggio.

 

La seconda stagione dovrebbe adattare il libro Il Sangue degli Elfi, e mostrare proprio il rapporto tra lo strigo e Ciri, legati inesorabilmente dal fato.

Siete curiosi di rivedere Geralt in The Witcher? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

 

Vi ricordiamo che la seconda stagione di The Witcher debutterà su Netflix il 17 dicembre 2021, di seguito la sinossi ufficiale:

The Witcher, serie fantasy basata sull’omonima saga bestseller, è il racconto epico di una famiglia e del suo destino. La storia dei destini intrecciati di tre individui nel vasto mondo de Il Continente, dove umani, elfi, witcher, gnomi e mostri combattono per sopravvivere e dove il bene e il male non sono facilmente identificabili.

Nella seconda stagione, in arrivo entro la fine del 2021 su Netflix, convinto che Yennefer sia morta nell’epica battaglia di Colle Sodden, Geralt di Rivia porta Ciri nel luogo più sicuro che conosce, la sua casa d’infanzia, Kaer Morhen.

Mentre i re, gli elfi, gli umani e i demoni del Continente lottano per la supremazia fuori dalle sue mura, Geralt di Rivia deve proteggere la ragazza da qualcosa di molto più pericoloso: il misterioso potere dentro di sé.

Fonte: CBR