Origini italiane, tanta voglia di divertirsi e di far divertire, e soprattutto di confrontarsi giorno dopo giorno con uno show particolare e “folle” come Ash vs. Evil Dead. Questa è Dana DeLorenzo, l’interprete di Kelly Maxwell, la ragazza tutta d’un pezzo che insieme a Pablo (Ray Santiago) accompagna Ash Williams (Bruce Campbell) nella sua avventura. Abbiamo potuto intervistarla e porle alcune domande sulla serie e sul suo personaggio.

L’intervista contiene spoiler fino all’ultimo episodio andato in onda.

Lo show è basato su una longeva serie di film, cult-movie nei quali il legame con i vecchi fan è molto importante. Come è stata la tua esperienza personale con la fanbase durante questo primo anno?

È stato incredibile. È stata una gioia e un’emozione così grande potersi confrontare con questo fanbase così incredibile e con la loro passione e lealtà lunga quasi trent’anni nei confronti del franchise. Poterne far parte adesso è un onore, un sogno che si realizza. Amo ogni opportunità in cui posso incontrare i fan e sentire le loro diverse storie sui loro momenti preferiti o quelli che li hanno fatti più emozionare. Ho incontrato delle famiglie che guardano lo show assieme. È qualcosa che amo, specialmente ora che i fan si stanno avvicinando ai nuovi personaggi, a Pablo e Kelly. Quando ho visto la prima fan che mi ha riconosciuto come Kelly, ero più emozionata di lei, e lei mi ha guardata incuriosita come a chiedermi “perché sei più impressionata tu di me?”. Comunque, è qualcosa che mi rende molto felice, è davvero un onore e sono molto grata ai fan per aver accettato questi nuovi personaggi e per essere la ragione principale per cui lo show esiste.

Tu e Ray Santiago avete ricevuto dei consigli da parte di Bruce su come entrare in questo mondo?

Sì, certo. Mi ha detto: “Colpisci nel segno!”. Mi aiuta, come quando stiamo girando e bisogna essere molto specifici su come muoversi per poter ottenere la giusta inquadratura. Lui è stato un insegnante meraviglioso e mi ha davvero preso sotto la sua ala, mi piace pensare che mi abbia mostrato la strada e mi abbia fatto sentire la benvenuta fin dal principio, come se fossi sempre stata destinata ad essere qui. Sai, è sempre un po’ spaventoso entrare in una cosa come questa, che ha conosciuto un grande protagonista come Ash Williams, che è un po’ un lupo solitario. All’inizio ero preoccupata che magari il pubblico non avrebbe apprezzato Pablo e Kelly. Ash ci ha fatto sentire come se fossimo destinati a questo posto per tutto il tempo e che eravamo parte del team e non potrei chiedere di meglio. È assolutamente eccezionale.

Considerando il tipo di show che è Evil Dead, ma anche le tue esperienze precedenti, ti consideri un’attrice più vicina al genere della commedia? Ti senti più a tuo agio in questo genere piuttosto che nel dramma?

Ho più in comune con la commedia. Quando ero davvero molto piccola ho iniziato a raccontare storie divertenti, anche a me stessa, e le registravo in modo da farmi ridere da sola! Mi sono sempre sentita legata alla commedia, perché è come una medicina. Mi piace ridere e mi piace far ridere la gente, e questa è anche una delle mie cose preferite dello show. Mi piace il tipo di personaggio che è Kelly, il suo senso dell’umorismo è molto divertente da interpretare. Sam Raimi e gli sceneggiatori sono stati molto collaborativi nel lasciarmi partecipare e nel lasciarmi mettere qualcosa del mio ideale di commedia in Kelly. Una delle mie cose preferite della seconda stagione è che gli autori hanno dato quasi tutte le “cattive parole” a Kelly e praticamente in ogni episodio ho alcune “volgarità”. Quindi sì non solo le battute ma anche la commedia “fisica” che spesso esiste in questo mondo. Sono cresciuta guardando programmi come Gianni e Pinotto. Quindi ogni volta che possiamo fare questo tipo di commedia fisica ne sono felice.

Tornando a Evil Dead, credo che questa stagione abbia già superato come livello di violenza e gore la precedente, ad esempio in quella fantastica scena con il cadavere nel secondo episodio. Esiste un limite, o credi dovrebbe esserci un limite a questa forte componente visiva?

Credo che ciò che ha reso il franchise così famoso e divertente è proprio l’inaspettato e i momenti shockanti. Credo sia il motore del franchise. Quindi personalmente credo che non dovrebbe esserci un limite e fortunatamente il network che ci produce è stato molto d’aiuto, non hanno mai posto alcun limite in ciò che possiamo fare. Quindi anche le scene di combattimento di Ash posso essere molto esagerate e orrorifiche, ma al tempo stesso, sono così divertenti! Abbiamo bisogno di mantenere tutto questo, perché è ciò che Evil Dead è. Penso che un limite impedirebbe allo show di continuare la sua storia.

Ash vs Evil Dead

Evil Dead, come i film, è una serie che vive costantemente in equilibrio tra commedia, horror, anche punte drammatiche. Come attrice è difficile per te doverti giostrare fra tutti questi diversi toni e stili?

È una delle cose che apprezzo di più dello show. Come attrice, è un sogno che si realizza essere capace di toccare tutti questi generi e inoltre azione e scene di combattimento. Non avevo molta esperienza nei drama o action. Qui posso andare sul set e cercare di imparare qualcosa di nuovo ogni giorno. Mi piace quando posso fare degli errori e imparare da questi e migliorarmi. L’equilibrio tra horror e comedy può essere difficile ogni tanto, ma per fortuna gli sceneggiatori fanno un ottimo lavoro e poi ci sono due maestri come Bruce Campbell e Lucy Lawless. Vedo ciò che lei porta nel ruolo e come sfrutta bene la sceneggiatura. Nella seconda stagione abbiamo più star, come Lee Major and Ted Raimi, anche solo essere alla presenza di queste leggende ti permette di imparare molto. A volte mi è capitato di osservarli e di dimenticare che siamo nella stessa squadra di lavoro, perché è così divertente poterli osservare. Quindi devo dire che, come attrice, una delle migliori qualità dello show è proprio potersi muovere tra tutti questi generi.

Nell’ultimo episodio abbiamo visto Kelly e Ruby insieme in missione. Potremo aspettarci che in futuro Ruby diventi una guida per Kelly, oppure il suo personaggio cercherà sempre di mantenere l’indipendenza che la contraddistingue?

Beh, questo dovrete aspettare e scoprirlo. Ruby potrebbe muoversi verso altre direzioni mentre Kelly potrebbe preferire la vendetta, per ciò che è accaduto a lei e alla sua famiglia. Certo, Ruby quantomeno dà la sensazione di voler fare qualcosa, quindi Kelly potrebbe avere il dubbio se seguire lei o Ash. Con il proseguimento della stagione vedrete se questa collaborazione con Ruby sarà ancora possibile e se è un personaggio a cui si può credere oppure se è un nemico.

A questo punto Dana ha voluto raccontare un aneddoto circa le sue origini italiane e il modo in cui ha trovato in Lucy Lawless un’inaspettata insegnante d’italiano!

Sono italiana, da parte di mia mamma sono siciliana anche se non parlo italiano. Sul set ho avuto la fortuna di incontrare Lucy. Lei è così brillante e mi ha insegnato molte lingue, una di queste è proprio… l’italiano. E penso che sia molto divertente perché Lucy ogni tanto mi parla in italiano. C’era in questa recita italiana mentre giravamo in Nuova Zelanda e lei mi ha chiesto se volevo partecipare e dire un paio di battute e mi sono divertita molto in quel momento, a stare con lei, parlando italiano.

Ultima domanda, potresti rivelarci qualcosa sul futuro dello show, su ciò che vedremo?

Dunque, da ciò che avete visto negli ultimi episodi, abbiamo imparato qualcosa in più su Baal, un villain di cui la stessa Ruby ha paura, perché non ha alcun controllo su di lui. Questo demone ha il potere di entrare nella mente delle persone e di manipolarle, saltando da un personaggio all’altro. Questo è ciò che lo rende terrificante. Per questo motivo mi sento di dire che questo sarà il più crudele di tutti i villain mai apparsi nella storia di Evil Dead. E dovrete aspettare e vedere cosa accade. Poi potrei aggiungere, ricordando il momento in cui il padre di Ash muore investito dalla Delta, che ci saranno molti altri momenti come quello. Shock completamente inaspettati. Avete visto solo una piccola parte di questi nello show. Ci saranno degli easter egg e momenti speciali pensati per i fan del franchise che saranno molto felici di vederli. Saranno alcuni dei momenti più gore, più sanguinolenti, più divertenti. Ancora non abbiamo finito e continueremo a shockarvi e a farvi urlare e sicuramente a farvi ridere.

La seconda stagione della serie horror ha preso il via su Starz domenica 2 ottobre, mentre in Italia è disponibile grazie a Infinity a partire dal 3 ottobre.

Nel cast ritroviamo Bruce Campbell nel ruolo di Ash Williams; Lucy Lawless in quello di Ruby, che ora possiede il potente Necronomicon; Ray Santiago che interpreta Pablo Simon Bolivar e Dana DeLorenzo che ha la parte di Kelly Maxwell.

Tra i produttori di Ash vs. Evil Dead ci sono Sam Raimi, Rob Tapert, Bruce Campbell, Ivan Raimi e Craig DiGregorio che ha il ruolo anche di showrunner.