Grey’s Anatomy 17×10: si respira finalmente un’aria di speranza al Grey Sloan

L’episodio 17×10 di Grey’s Anatomy, intitolato Breathe, per la prima volta da quello che cominciava a sembrare ormai un tempo troppo lungo si chiude con una nota di speranza, nonostante affronti un altro momento critico della pandemia legato nello specifico alla crisi dei respiratori, che molti ospedali hanno dovuto affrontare. La chiave di lettura con cui gli autori hanno però trattato questo tema porta letteralmente i protagonisti a danzare per la gioia in una scena di cui, sia loro che gli spettatori, avevano certamente bisogno.

Scegliere una professione allo scopo di salvare vite e dover essere invece messi di fronte all’impensabile scelta di chi condannare perché mancano letteralmente le risorse per aiutare tutti i propri pazienti, deve essere una delle cose più difficili a cui tutti i medici che hanno affrontato questa crisi sono stati costretti ad affrontare e questa complessa ripercussione della pandemia arriva a colpire in maniera persino più dolorosa il Grey Sloan, quando Maggie ed i suoi colleghi devono scegliere se salvare una madre o sua figlia, entrambe affette dal Covid perché in tutto l’ospedale è rimasto un solo respiratore. Come accennavamo, tuttavia, in questo particolare episodio ogni crisi finisce per trasformarsi in un motivo di speranza quando Maggie (a volte dimentichiamo che il personaggio è stato effettivamente introdotto nella serie come un precoce genio) trova una soluzione e si rende conto che, con un semplice adattamento, è possibile per due pazienti condividere lo stesso respiratore, cosa che è effettivamente successa negli ospedali. Il rovescio della medaglia di questa orribile pandemia, come abbiamo avuto modo di sperimentare nella realtà, è proprio che la crisi ha portato molte persone ad inventare soluzioni incredibili per aiutare il prossimo, come l’ingegnere italiano che ha trasformato in respiratori delle machere da sub di Decathlon, salvando così molte vite. proprio in quest’ottica, l’episodio 17×10 di Grey’s Anatomy celebra con Maggie queste menti oltre a mostrare la gioia che i medici stessi debbono aver provato rendendosi conto che persino nei momenti di peggiore crisi c’era ancora una speranza.

La mancanza dei respiratori ha ovviamente anche una ripercussione su Meredith: nonostante infatti sembri rispondere bene alle cure, Richard esita ad estubarla, preoccupato all’idea che, nel caso dovesse essere nuovamente attaccata ad una macchina, questa non sia più disponibile. Fortunatamente, però, per la fine dell’episodio Meredith torna a respirare da sola, anche se ancora non accenna a svegliarsi ed il suo stato di salute sembra generalmente migliorato, il che è probabilmente la notizia migliore dell’episodio considerato come questa storyline si stesse ormai faticosamente trascinando, croce e delizia delle serie molto longeve. Il motivo per cui Ellen Pompeo è quasi “dispersa in azione” da ben 10 episodi è infatti sicuramente legato alla rinegoziazione del suo contratto ed al fatto che l’attrice avrà preteso ed ottenuto di avere maggiore tempo per sé.  Ciò detto, e sebbene sia un piacere vedere tante vecchie glorie dello show apparire nella sua spiaggia, il troppo stroppia ed è ora per la protagonista di tornare a viere nel presente.

A dirglielo senza mezzi termini sono infatti questa volta Mark Sloan (Eric Dane) e Lexie Grey (Chyler Leigh) che compaiono nel suo personale limbo per sostenerla ed incoraggiarla a tornare a vivere. Per gli shipper della coppia sarà probabilmente di conforto sapere che i due, almeno nell’aldilà, sono insieme, anche se permane una sensazione dolce-amara per tutto quello che questa coppia avrebbe potuto avere e non ha invece potuto vivere a causa di un destino piuttosto crudele, il che li rende gli ambasciatori perfetti per il messaggio che portano a Meredith, proprio perché loro conoscono il peso del rimpianto. L’idea che Mark accompagni la vita di Callie e Sofia e sussurri al loro orecchio (o meglio gridi, che è più nel suo stile) è un ulteriore tocco agrodolce di questa apparizione, così come lo è il fatto che lui e Lexie abbiano il compito – come tutti coloro che li hanno preceduti – di dover quasi dare a Meredith una motivazione per combattere contro l’oblio e per i propri figli.
Se Mark è il personaggio esplicito di sempre, anche la Lexie dell’aldilà non ha perso la sua dolcezza ed innocenza e nemmeno la sua saggezza e per tutto il tempo della loro permanenza con Meredith non fa altro che cercare di farle comprendere quanto importante sia tornare a vivere appieno la propria vita abbracciando il futuro e non solo limitarsi ad aprire gli occhi per svegliarsi dal coma, il che sembra lasciare intendere come la Meredith che si sveglierà, sarà magari una persona più disposta a mettersi in gioco. E già sappiamo come Cormac Hayes non aspetti altro che accoglierla a braccia aperte.

In quanto a questo personaggio, nell’episodio conosciamo anche sua cognata, Irene (Azure Antoinette), condotta in ospedale per un problema di salute e costretta ad affrontare un intervento che mette a repentaglio la sua vita. Per la prima volta vediamo anche Cormac perdere parte della sua compostezza all’idea che la persona a cui i suoi figli sono più legati dalla morte della moglie, possano essere messi di fronte al dolore di perdere ancora una volta una persona tanto amata.

Sul fronte delle buone notizie portate dall’episodio 17×10 di Grey’s Anatomy, inaspettatamente, la relazione tra Maggie e Winston fa un passo da gigante quando quest’ultimo le chiede di sposarlo e lei accetta senza esitazione, mentre Teddy, nonostante non sia più in stato catatonico, ha ancora molte difficoltà ad affrontare i suoi problemi e rivela ad Amelia di aver smesso di andare in terapia dopo un solo tentativo fallito. Tra i momenti dell’episodio che vale sicuramente la pena citare, lo scambio di SMS tra Owen e Cristina in cui quest’ultima si informa sulla salute di Meredith e con il suo solito carattere autoritario impone all’ex marito, con cui è evidentemente ancora in buoni rapporti, di mandarle una foto del monitor della sua amica per poter verificare da sola che le informazioni che lui le ha scritto siano corrette. Come se questa non fosse un’ulteriore riprova, il vecchio cast dello show manca ancora a tutti.

Il prossimo episodio della 17^ stagione di Grey’s Anatomy, che sarà un altro crossover con Station 19, sarà trasmesso negli Stati Uniti giovedì 8 aprile sulla ABC, in Italia la serie va in onda ogni martedì su Fox.