La recensione della docuserie L’uomo più odiato di internet, disponibile dal 27 luglio su Netflix

La storia de L’uomo più odiato di Internet, come narra la docuserie di Netflix stessa nei suoi 3 episodi, il cui titolo è ispirato all’omonimo articolo di Rolling Stone del 2012 a firma di Alex Morris, è di quelle da far accapponare letteralmente la pelle e segue l’ascesa e la caduta di Hunter Moore, ideatore del sito IsAnyoneUp.com, una raccolta di foto di nudo messe a disposizione di quella che si definiva “la famiglia” di Moore al solo scopo di essere esposte al pubblico ludibrio ed ai perfidi insulti di coloro che seguivano ed idolatravano le imprese del loro leader, autoproclamatosi il Re di Internet.

Charlotte Law in L’uomo più odiato di Internet. Cr. Netflix © 2022

CHI È HUNTER MOORE E COSA ERA ISANYONEUP

C’era un tempo, non così lontano, all’inizio degli anni 2000 in cui non esistevano leggi contro il Revenge Porn ed Hunter Moo...