Che The Walking Dead non sia in grado di raggiungere in maniera efficace le – troppe – sedici puntate stagionali l’avevamo scoperto già l’anno scorso, e anche nella quarta stagione, già di suo parecchio inferiore alla precedente, il discorso non cambia. Chiamiamolo, anche a sproposito, filler, riempitivo, episodio ad hoc da contrapporre alla serata degli Oscar più vista degli ultimi dieci anni, ma rimane il fatto che Still (quasi una provocazione fin dal titolo) è uno dei peggiori episodi della storia di The Walking Dead. Quindi vestiamo i panni ingrati dell’uomo-fumetti dei Simpson e andiamo a vedere per l’ennesima volta cosa non accade nell’episodio.

La storyline di Beth e Daryl, che saggiamente, in quanto la più debole di tutte, era stata relegata all’inizio di Inmates, viene ripresa ed estesa a tutto l’episodio in questione. Se ciò che mancava in quel piccolo segmento di dieci minuti, e che lo differenziava dagli altri tre blocchi...