Westworld 3×06 “Decoherence”: la recensione

È una coincidenza, ma il simbolo circolare di Rehoboam ricorda il linguaggio degli alieni di Arrival. Nel film di Villeneuve, il cerchio rappresenta la compresenza di passato, presente e futuro, e l’impossibilità di sottrarsi a quel che accadrà. In Westworld il cerchio, che è anche simbolo ricorrente e associato a Serac, rappresenta un futuro lineare perché indirizzato su un percorso che non può mutare. In entrambi i casi, c’è un’idea di predestinazione, di fatalismo applicato all’umanità e ai singoli percorsi. Ma, se Arrival è un racconto di accettazione, Westworld è una storia di ribellione attuata tramite la divergenza. Qualcosa che Decoherence continua a raccontare.

In questo gioco di scrittura che alterna episodi dedicati ad alcuni personaggi a puntate in cui sono altri i protagonisti, stavolta Dolores e Caleb non appaiono. La liberazione o risveglio del mondo è iniziato e mostra le sue...