Il meglio degli 8 episodi della 5^ stagione di Lucifer

Come era stato anticipato da Joe Henderson ed Ildy Modrovich, gli showrunner di Lucifer, questa 5^ stagione, che avrebbe dovuto essere l’ultima della serie, prima dell’annuncio a sorpresa del rinnovo per un ultimo anno, ha episodi più lunghi e più intensi del normale, che non lasciano spazio a quelle puntate tipicamente filler che caratterizzano show con stagioni di 22 episodi. Ma qual è il meglio di questa prima, intensa, parte di stagione? In questo articolo ad alto contenuto di spoiler, abbiamo raccolto per voi i momenti migliori degli 8 episodi andati in onda su Netflix a partire da venerdì 21 agosto.

5×01 Un povero diavolo
Grazie alla première, oltre a scoprire come procede la vita di tutti i protagonisti della serie, apprendiamo che mentre sulla terra sono trascorsi solo 2 mesi dalla decisione di Lucifer di tornare all’Inferno, per il protagonista dello show sono passati invece migliaia di anni, cosa che viene usata come giustificazione per spiegare quei piccoli segnali che fanno pensare a Chloe che l’uomo ricomparso a sorpresa nella sua vita, abbia qualcosa di diverso da quello che l’aveva lasciata poco tempo prima. Lucifer 2.0 appare alla fine dell’episodio e la riunione con la donna che ama è comprensibilmente ricca di emozioni, ma che quello non sia il vero Lucifer ci viene rivelato quasi subito. L’episodio serve anche ad introdurre due archi narrativi importanti per i personaggi di Maze ed Ella. Mazikeen, che soffre molto dopo essere stata lasciata senza spiegazioni da Eve ed è furiosa con Lucifer per non averla postata con sé all’Inferno, è profondamente confusa e piena di rabbia e continua ad avere difficoltà, in quanto demone senz’anima, a chiamare Los Angeles “casa”. Per quanto concerne Ella, invece, gli autori cominciano ad introdurre quella che abbiamo trovato essere la trama più zoppicante di questa stagione. Scopriamo infatti in questa puntata che la dolce e solare scienziata forense che, lo ricordiamo, discende da una famiglia di criminali, ha apparentemente “sempre” avuto un debole per i cattivi ragazzi, da cui si sentirebbe irrimediabilmente attratta. Per quanto concerne l’introduzione del personaggio di Michael, restiamo dell’opinione che il promo rilasciato da Netflix sia stato troppo generoso e che sarebbe stato meglio, anche solo se per poco, avere l’illusione che il Lucifer che arriva a salvare Chloe a pochi minuti dalla conclusione della puntata, fosse proprio il suo Lucifer.

5×02 Lucifer! Lucifer! Lucifer!
All’inizio del secondo episodio sappiamo già che quello che vediamo non è il vero Lucifer, ma quale sia la sua vera identità ci viene rivelato solo quando quest’ultimo si contra con con Maze, che lo aggredisce accusandolo di non averla portata con sé, e lui le rivela invece di essere Michael, suo fratello gemello. I momenti più importanti di questa puntata sono sicuramente quello della rivelazione dell’evidente gelosia che Michael prova nei confronti di Lucifer e di quei piccoli segnali che comincia a lanciare, insospettendo Chloe, il primo dei quali, oltre al suo strano comportamento durante l’indagine, è il fatto che menta. Il campanello di allarme più evidente e rivelatore, tuttavia, scatta quando, invece di chiedere quali siano i più profondi desideri delle persone, Michael chiede ai sospettati quali siano le loro paure. Quando non si trova con Chloe o con chiunque altro con cui cerchi di farsi passare per il fratello, la postura di Tom Ellis cambia inoltre in maniera evidente nel corso dell’episodio, mettendo le basi per quegli elementi che, nel prosieguo della stagione, saranno considerati indicatori delle differenze tra i due personaggi. In questo episodio Michael riesce anche a convincere Maze ad aiutarlo nel suo piano per vendicarsi di Lucifer, fare innamorare Chloe e poi spezzarle il cuore e, sorprendentemente e nonostante non sia la prima volta che Maze si mette contro i suoi amici, il demone accetta di appoggiarlo, il che potrebbe essere considerato un espediente fin troppo abusato dagli autori per questo personaggio. Mentre è sempre più evidente che il potere di Michael è quello di fare breccia nelle paure delle persone, Chloe tira fuori gli artigli e dimostra di non essere caduta nella sua trappola. E’ a questo punto, tuttavia, che il nuovo venuto le fa la scioccante rivelazione di essere stata creata da Dio per Lucifer, una verità che sembrava essere stata dimenticata dagli autori e di cui il pubblico era a conoscenza sin dalla 2^ stagione, ma che torna finalmente a galla come un’arma per separare i due innamorati.
Nei minuti finali dell’episodio, viene anche rivelato uno scottante segreto su Linda.
Tra le curiosità della puntata, oltre al fatto che, come in ogni episodio della serie, anche il titolo di questo viene citato da uno degli attori, vi segnaliamo la presenza di Sharon Osbourne, la moglie di Ozzy Osbourne, come guest star.

5×03 ¡Diablo!
Una delle puntate più divertenti (e meta!) di questa stagione, in cui la scena del crimine si trova negli studios della WB (era accaduto anche nella 2^ stagione), proprio dove è girato lo show. Lucifer, avvisato da Amenadiel di quanto sta accadendo sulla terra, finalmente torna da Chloe, la quale, vedendolo,crede comprensibilmente che lui sia Michael. Questo è forse uno degli aspetti più negativi della scelta di aver introdotto il fratello gemello di Lucifer in questa stagione, aver diminuito cioè il pathos del loro primo incontro, che risulta di conseguenza meno intenso a causa della scomoda presenza di Michael e del fatto che la detective lo avesse inizialmente scambiato per il suo Lucifer.
Una delle cose che premerà maggiormente a Chloe è capire se lei sia davvero stata creata per Lucifer come Michael ha insinuato e la conferma da parte dell’uomo che ama diventerà una verità molto difficile da accettare. Tutto l’episodio diventa così una metafora sul significato della predestinazione e sulla difficoltà di Chloe di accettare il fatto di non avere controllo sulla sua vita e di essere solo, proprio come Michael le ha detto, un “trastullo” creato da Dio per suo figlio. Mentre Maze affonda sempre più nella disperazione, nonostante il supporto di Linda, Michael e Lucifer finalmente si scontrano. Come è spesso accaduto nella serie, Lucifer riuscirà a comprendere la reazione di Chloe alla scioccante rivelazione che le è stata fatta, solo quando apprenderà, a sua volta, di essere stato sempre manipolato dal fratello e di non aver quindi mai avuto davvero un controllo su molti aspetti della sua vita. Lo sconforto di Chloe è evidente nell’episodio, così come è la frustrazione di Lucifer, non responsabile (almeno per una volta!) di ciò che la donna che ama sta passando ed incapace di fornirle una spiegazione ragionevole sulla sua stessa esistenza.
P.S. Per questo episodio vi segnaliamo che la vittima, lo showrunner di ¡Diablo!, potrebbe essere il vero showrunner di Lucifer, Joe Henderson. Non abbiamo una conferma ufficiale, ma la somiglianza è evidente e nel caso non dovesse essere lui, è chiaro che hanno voluto giocare con la somiglianza tra i due.

5×04 La fine del pollo
L’episodio in costume è importante soprattutto per l’evoluzione del personaggio di Maze, la quale, grazie al racconto di Lucifer fatto a Trixie, apprende la verità su sua madre Lilith, la prima moglie di Adamo, precedente ad Eva, allontanata dal giardino dell’Eden e rifugiatasi sulla terra. Come Lilith stessa rivelerà, ella stessa mandò i suoi figli all’Inferno perché diventassero parte dell’esercito di Lucifer, nonché la sua unica compagnia nel solitario compito di guardiano delle anime perdute. Alla fine dell’episodio viene rivelato come Lilith abbia rinunciato alla sua immortalità ed abbia fatto giurare a Lucifer di non rivelare mai la verità su di lei ai suoi figli. Il fatto che Maze e gli altri demoni non abbiano una casa ed una famiglia, per la loro madre, significa che nessuno potrà mai allontanarli o bandirli, qualcosa che lei considera un punto di forza. Essere un’apolide e non aver legami con nessuno è, per contro, esattamente ciò che fa soffrire maggiormente Maze, la quale – verrà rivelato alla fine dell’episodio – ha pagato Trixie proprio per farsi raccontare la storia della sua origine da Lucifer.
Tra le curiosità dell’episodio, segnaliamo la presenza di Tricia Helfer come guest star della puntata e l’omaggio alla pellicola di Roman Polanski, Chinatown.

5×05 Detective Amenadiel
Amenadiel assiste Chloe in questa indagine, che si svolge all’interno di un convento di suore, dopo che la detective chiede a Lucifer un po’ di spazio per cercare di elaborare la rivelazione che le è stata fatta, spazio che – dimostrando una sorprendente maturità – Lucifer accetta di darle. La puntata è importante sia per l’evoluzione del personaggio di Maze, che per il rapporto tra Chloe e Lucifer. Il demone, che al dolore dell’abbandono di Eve deve ora aggiungere anche quello della madre, decide infatti di incontrarla, ma la sua indifferenza la farà sprofondare sempre più nella confusione. Il ruolo di Amenadiel sarà invece fondamentale per far fare un importante passo avanti alla relazione tra Chloe ed il fratello. In uno dei momenti più intensi di questa stagione, Amenadiel riuscirà infatti a trovare una spiegazione plausibile al mistero che è la storia tra i due, dicendo a Chloe che agli occhi di tutti i mortali, attratti dal suo potere, Lucifer è il riflesso dei loro più grandi desideri, mentre lei, che è immune al suo dono, è l’unica a poterlo vedere davvero per ciò che è. Se quindi Chloe non è “il dono” fatto a Lucifer, ma la sua immunità al suo fascino è il vero dono, questo significa che quello che provano l’uno per l’altra è indiscutibilmente autentico e non ha nulla a che vedere con una predestinazione contro cui nessuno dei due potrebbe fare nulla. Per quanto concerne invece il fatto che Lucifer perda la sua invulnerabilità accanto a Chloe, Amenadiel ha un’altra teoria che verrà però rivelata più avanti e sarà fondamentale per il prosieguo della stagione.

5×06 BlueBallz
Oltre a regalare probabilmente una delle più grosse risate che abbiamo fatto grazie a questa serie (occhio a cosa dice Lucifer sulla scena del crimine!), BlueBallz ci mostra un Lucifer inedito, insicuro e geloso di Chloe, nonostante i suoi caparbi tentativi di dimostrare che il signore degli inferi non può provare sentimenti così fragilmente umani. Inutile dire che questa puntata diventerà epica per i fan Deckerstar, ma quanto accadrà tra i due (e già sappiamo che alcuni di voi si sarebbero aspettati di più da Netflix!) non sarà l’unico evento importante dell’episodio. Nel suo disperato tentativo di trovare un posto nel mondo, una Maze sempre più bisognosa di appartenenza, convinta come è, non avendo un’anima, di non essere destinata a trovare qualcuno da amare e di essere quindi condannata all’infelicità, cercherà di imitare Ella per avvicinare le persone, piuttosto che spaventarle, ma questo escamotage non risulterà vincente. Allo stesso modo, gli autori, continueranno ad insistere su questa presunta passione di Ella per personaggi poco raccomandabili, che finisce però per allontanarla dall’unico valido partito che ha, un giovane giornalista, chiaramente attratto da lei che, che le fa una discreta corte. Mentre Chloe, Maze, Ella e Linda si godono una serata fuori tra donne, anche se con lo scopo di acciuffare un’assassino, Lucifer, Amenadiel, Dan ed il quarto incomodo, si ritrovano invece alle prese con un piangente Charlie, circostanza che porterà all’inaspettata scoperta di Dan del vero volto di Lucifer, tutto a causa di un Michael che continua a tramare sorprendentemente nell’ombra, confermandosi il pericoloso antagonista di questa stagione.

5×07 Il nostro potere
La mattina dopo” tra Chloe e Lucifer è probabilmente la cosa che i Deckerstar si godranno di più di questo episodio, ma la loro gioia non durerà molto, perché presto verrà rivelato che Chloe sembra aver scippato il potere di Lucifer di far rivelare alle persone i propri desideri, cosa che getterà Lucifer in una profonda crisi. Mentre i due indagano su un omicidio, che si rivelerà opera di un serial killer, la puntata si trasforma in una chiara metafora sulla difficoltà di alcune persone di abbandonarsi all’altro in una relazione, perdendo un po’ di se stessi. Lucifer non è mai stato un personaggio particolarmente sensibile ai cambiamenti ed ha sempre imparato le lezioni che la vita gli ha impartito solo quando le ha sperimentate direttamente e dolorosamente sulla sua pelle, non sorprende quindi che non prenda molto bene la sparizione di un potere nel quale si identifica e che ha sempre ritenuto essenziale nella sua collaborazione con la detective. Sebbene siano una coppia da pochissimo tempo, per affrontare questo ennesimo ostacolo, i due finiscono in terapia da Linda alla ricerca di una soluzione e la dottoressa aiuterà soprattutto Chloe e a capire come la perdita del potere di Lucifer sia scioccante per lui e come lei non dovrebbe sottovalutarne la portata. Quanto succede ai protagonisti della serie, non è l’unica cosa da segnalare in questo episodio: Dan, ancora sotto shock per quanto ha scoperto su Lucifer, cerca infatti rifugio in Charlotte e – in una scena davvero intensa – si reca sulla sua tomba, ma ad apparirgli non sarà la donna che ha amato, quanto piuttosto Michael che userà le sue paure contro suo fratello, convincendolo a tentare di ucciderlo. Oltre a scoprire che Chloe non si è del tutto appropriata del suo potere, che riesce ad esercitare solo su di lui, per la fine della puntata apprenderemo anche che Lucifer è diventato di nuovo invulnerabile, anche in presenza della detective. Ma le conclusioni che i due trarranno da questa rivelazione saranno decisamente diverse.

5×08 Spoiler alert
Quanto avviene tra Lucifer e Chloe nel finale di questa prima metà di stagione è legato a doppio filo a ciò che Amenadiel ha detto Chloe circa la vulnerabilità di Lucifer in sua presenza. Sappiamo infatti che suo fratello è convinto che Lucifer sia vulnerabile accanto a Chloe per scelta, perché sente di potersi abbandonare completamente alla donna che era destinato ad amare, il che spiega lo sconcerto di Chloe nello scoprire che sia tornato invece ad essere la creatura immortale che era. Mentre Lucifer è felicissimo di aver recuperato la propria invulnerabilità, soprattutto dopo aver perso il suo potere sulle persone, Chloe legge questo evento come una scelta da parte di lui- che non le ha ancora detto a sua volta di amarla – di non aprirsi a lei e di non credere quindi fino in fondo alla loro storia. Ma ovviamente non ci sarà tempo per i due di affrontare la questione, perché – con il rapimento di Chloe – gli eventi precipiteranno rapidamente.
Anche la trama dedicata ad Ella sarà il proverbiale nodo che arriva al pettine in questo finale e che rivelerà il perché gli autori abbiano deciso improvvisamente di farla apparire come una persona con un insospettato lato oscuro. Sebbene sia evidente che il senso della sua storia sia quello di far vivere al personaggio una sorta di crisi di identità, per noi resta difficile accettare che la solare Ella abbia sempre nascosto una parte di sé di cui nessuno si era mai accorto in 4 stagioni e che questo aspetto sia emerso in maniera così casuale ed improvvisa, tanto da metterla sulla strada di un pazzo assassino. Ma Ella non sarà l’unica ad essere al centro dell’azione in questo finale: Maze, accecata dal desiderio di avere un’opportunità di essere felice, si alleerà con Michael che le prometterà un’anima, Amenadiel cederà alle paure che Michael instillerà in lui a causa della scoperta della mortalità del piccolo Charlie, mentre Chloe gli permetterà di destare in lei dei dubbi circa i sentimenti che Lucifer prova nei suoi confronti, a causa della sua ritrovata invulnerabilità ed al fatto che anche i suoi poteri sulle presone siano finalmente tornati in suo possesso. Inutile dire che anche il potere di Amenadiel di fermare il tempo riaffiorerà nel momento più inopportuno per la coppia, provocando tutti i concitati eventi che seguiranno, lo scontro fratricida e l’epica apparizione di Dio, interpretato da Dennis Haysbert. Sebbene la stagione non si concluda fortunatamente con un cliffhanger, molte domande resteranno senza risposta, domande alle quali è plausibile che solo Dio possa dare probabilmente una risposta.

La prima metà della 5^ stagione di Lucifer, composta di 8 episodi, è disponibile su Netflix a partire dal 21 agosto 20202.

CORRELATO A LUCIFER QUINTA STAGIONE