Arrivato nel corso della sedicesima stagione di Grey’s Anatomy, Richard Flood (volto molto noto della serie Shameless) è stato promosso a regular per la stagione 7 della serie di Shonda Rhymes. L’attore interpreta il dr. Cormac Hayes, il nuovo capo del reparto di chirurgia pediatrica giunto a sostituire Karev dopo l’addio di Justin Chambers. Hayes si è subito imposto come potenziale love interest per la protagonista Meredith Grey (Ellen Pompeo), ma le vicende tra i due si sono evolute in maniere inaspettate. Negli Stati Uniti la diciassettesima stagione è attualmente in pausa dopo il midseason finale, che in Italia andrà in onda il 12 gennaio su Disney+: anche da noi la serie si prenderà una piccola pausa per tornare poi il 23 marzo con il nono episodio.

Abbiamo incontrato Richard Flood proprio per parlare del suo ingresso nella serie e di come sta lavorando all’evoluzione del suo personaggio… e anche dei pregi e dei difetti del dr. Cormac Hayes:

Badtaste: Ciao Richard, piacere di conoscerti, sono Teresa per Badtaste, la mia prima domanda è se ti sia stata fornita una storia del tuo personaggio quando sei entrato a far parte di uno show con una ricca storia come Grey’s Anatomy oppure se sei stato lasciato per lo più all’oscuro e il tuo personaggio sia cresciuto con te?

Richard Flood: In realtà entrambe le cose, quando ho incontrato tutti a Grey’s Anatomy, avevano un personaggio in mente con una storia d’origine, quindi abbiamo cominciato da lì. Io ero decisamente interessato alla sua storia, a chi fosse, perché fosse diventato ciò che è, ma mi è stato dato molto spazio per crescere, molto spazio perché il personaggio crescesse. I personaggi tendono a crescere in base alle relazioni che istaurano quando sono sul set, in base a come si sviluppano. Credo che partano da lì per vedere come va e poi le cose si espandono… si spera.

Badtaste: E tu hai voce in capitolo su cosa accade al tuo personaggio?

Richard Flood: Un pochino, ricevo i copioni e li leggo. Se ho dubbi, rispondono alle domande che posso avere, ma è tutto nelle mani degli autori, i creatori dello show, che devono gestire diverse storyline, quindi devi anche essere parte di un discorso generale.

Badtaste: Quanto rapidamente cambiano le cose in uno show come Grey’s Anatomy e quanto è difficile come attore tenere il passo? Per esempio tu sei entrato nello show come “regalo” fatto da Cristina a Meredith e poi le cose sono rapidamente cambiate, quindi quanto difficile è, da attore, seguire i loro ritmi?

Richard Flood: Quando capisci i motivi per cui le cose accadono è facile. Da dove originino. Ti adatti al modo in cui vengono sviluppate scene e storyline. Come dicevo, succedono talmente tante cose e devono collegare assieme talmente tante storie che tu ti adatti, fai del tuo meglio e speri che sia utile allo show.

Badtaste: Il tuo personaggio è davvero una brava persona, è calmo, bilanciato, controllato. Se dovessi trovargli un difetto, quale sarebbe?

Richard Flood: [Ride] Oddio, ha molti difetti, ma probabilmente il suo peggior difetto è che… [Ride ancora] Non so. Qual è il suo peggior difetto… A volte vorrei che provasse ad ottenere ciò che vuole davvero, piuttosto che essere sempre una brava persona. Vorrei davvero che conquistasse ciò che vuole, magari con Meredith. Ma è così influenzato dal suo passato, così influenzato dal suo dolore, dalla sua tragedia. Forse il suo peggior difetto è proprio non essere riuscito ad andare avanti, magari è questo. Sì.

Badtaste: Mi piaceva l’idea che il suo legame con Meredith fosse basato sulla loro comune esperienza, hanno entrambi perso qualcuno che amavano profondamente e per entrambi è difficile farsi una nuova vita ed è un peccato che la loro relazione non sia andata bene, nonostante ciò che condividevano.

Richard Flood: Penso che abbiano molto in comune, che ci sia molta chimica tra loro e reciproco rispetto, magari attrazione. Ma le tempistiche sembrano remare contro di loro. Ma chissà cosa può succedere.

Badtaste: Cosa possiamo aspettarci dal tuo personaggio nei prossimi episodi di Grey’s Anatomy, se puoi dici qualcosa? [Al momento in cui pubblichiamo l’intervista negli USA è già andato in onda il finale di metà stagione, mentre l’Italia è indietro di due episodi].

Richard Flood: I prossimi 2 episodi sono importanti per Cormac Hayes e lo obbligheranno a prendere decisioni molto importanti per la sua vita, succederanno molte cose.

Badtaste: Forse Megan Hunt avrà qualcosa a che fare con queste decisioni? Credo che i due abbiano un buon rapporto e si capiscano, per ciò che abbiamo visto.

Richard Flood: Sì, sembrano avere un buon rapporto. Non so, forse, arrivano nuove complicazioni.

Badtaste: C’è qualche particolare storyline che ti piacerebbe il tuo personaggio affrontasse?

Richard Flood: Mi piacerebbe vederlo di più al di fuori dell’ospedale. È difficile da fare. Per come lo vedo io, in ospedale lui è molto professionale, controllato, calmo, ma la sua vita privata invece è un macello. Sta cercando di crescere due adolescenti e non sa bene cosa fare perché è da solo e per lui è difficile. Mi piacerebbe vedere questo suo aspetto e vederlo affrontare questi problemi, vederlo capire come diventare il padre che vorrebbe essere per i suoi ragazzi.

Badtaste: Come hai ottenuto il ruolo in Grey’s Anatomy? Hai fatto un provino?

Richard Flood: No, non ho fatto una vera e propria audizione, sono stati molto gentili a non chiedermi di farla, perché sono terribile con i provini, ma credo che Krista [Vernoff, la schowrunner della serie] e Linda Lowy, la responsabile del cast, mi conoscessero per i lavori che avevo fatto prima. Sono venuto qui a Los Angeles per qualche settimana, per vedere se c’erano delle opportunità e ci siamo incontrati, perché avevano delle idee precise per questo personaggio e mi hanno chiesto di vederci. Abbiamo parlato del personaggio e poi ho incontrato Ellen [Pompeo] alla fine di quell’incontro ed abbiamo legato subito, così ho avuto la parte. Mi hanno risparmiato il provino, sono stati molto gentili.

Trovate tutte le notizie e le recensioni di Grey’s Anatomy nella nostra scheda.