Pubblicità

Charlie Hunnam torna a parlare del flop di King Arthur e incolpa un componente del cast

Charlie Hunnam è tornato a parlare del flop di King Arthur: Il potere della spada, il film di Guy Ritchie arrivato al cinema a maggio 2017 dopo una travagliata e turbolenta post-produzione.

Il film ha incassato meno di 40 milioni di dollari al botteghino americano e appena 109 nel resto del mondo, a fronte di un budget di produzione di 175 milioni di dollari (ai quali aggiungere ingenti spese di marketing).

L’uscita era inizialmente prevista per il 22 luglio 2016, poi era stata posticipata al 17 febbraio 2017; era poi ulteriormente slittata al 24 marzo 2017 e infine al 12 maggio 2017

La pellicola nel corso della lavorazione ha dovuto subire diversi rimaneggiamenti: Guy Ritchie si è ritrovato a dover fare i conti con molte ore di girato e con la necessità di rigirare sequenze e effettuare riprese aggiuntive.

Fino ad oggi la causa scatenante dei problemi dietro le quinte non era molto chiara, ma l’ultima intervista di Hunnam in occasione della promozione di The Gentleman ha fatto un po’ di luce sul caso:

Vorrei avere un’altra possibilità con King Arthur perché durante la lavorazione molte cose sono andate storte, molte sono sfuggite al nostro controllo e perciò non siamo stati in grado di prestare fede alle nostre ambizioni. Non siamo riusciti a fare il film che volevamo, l’idea era che se avesse avuto successo ne avremmo girati molti altri. Le leggende arturiane mi affascinano tantissimo e sento che abbiamo perso una grande occasione di raccontare una storia distesa su più film.

A quel punto l’attore si è sbilanciato un po’ più del dovuto, alludendo a un errore in fase di casting:

Una scelta sbagliata nel cast ha finito per paralizzare la storia principale” ha detto riferendosi a un attore o a un’attrice che a causa della sua inadeguatezza avrebbe messo i bastoni tra le ruote a Ritchie e alla produzione. La conseguenza, come raccontato dall’attore, è stata quella di dover tagliare completamente la parte della trama che riguardava la star in questione, causando non pochi problemi al resto del film.

Non è chiaro a chi l’attore si stesse riferendo, ma le dichiarazioni sembrerebbero confermare una voce di corridoio riportata dal Sun e risalente e febbraio 2016, secondo cui Ritchie sarebbe rimasto estremamente deluso dall’interpretazione di Annabelle Wallis, l’attrice scelta per interpretare Maggie. Possibile che in origine Maggie avesse un ruolo centrale nella storia e che Ritchie sia stato costretto a tagliare la maggior parte delle sue scene e a rigirare il resto?

Quel che è certo è che nel corso della post-produzione sono stati apportati ulteriori cambiamenti: è il caso del personaggio di Astrid Bergès-Frisbey, che avrebbe dovuto rivelarsi come Ginevra, mentre nel film viene semplicemente definita “maga”.

Trovate il video dell’intervento di Hunnam qui in alto.

GUARDA ANCHE

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

King Arthur: Il Potere della Spada vede come protagonista Charlie Hunnam, nei panni del futuro Re Artù. Àstrid Bergès-Frisbey è la Maga, Eric Bana è Uther Pendragon, Djimon Hounsou è Bedivere e Jude Law è il cattivo Vortigern. L’irlandese Katie McGrath, che ha interpretato Morgana in cinque stagioni di Merlin, interpreta un personaggio chiamato Elsa. Nel cast anche Mikael Persbrandt, Aidan Gillen.

Questa la sinossi ufficiale:

Questa coraggiosa nuova storia presenta un giovane ragazzo di nome Artù che con la sua gang di fuorilegge vive per le strade di Londonium, senza sapere nulla della vita alla quale è destinato finché non mette le mani su Excalibur – e con essa, sul suo futuro.

Istantaneamente messo alla prova dal potere di Excalibur, Artù è costretto a fare delle scelte difficili. Unendosi alla Resistenza e a una misteriosa giovane donna di nome Ginevra, dovrà imparare a tirare di spada, affrontare i suoi demoni e unire il popolo per sconfiggere il tiranno Vortigern, ladro della sua corona e assassino dei suoi genitori, per diventare Re.

Tra i luoghi che hanno ospitato le riprese, i Warner Bros. Studios di Leavesden, il Galles e la Scozia. Ritchie e Harold figurano come produttori assieme a Lionel Wigram, Akiva Goldsman e Tory Tunnell.

Il film è approdato al cinema il 12 maggio negli USA e il 10 in Italia.

Video Correlati

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

Pubblicità