Durante uno dei panel presso l’Emerald City Comic Con, Evangeline Lilly ha avuto modo di parlare del proprio coinvolgimento in Ant-Man, un progetto che inizialmente vedeva alla regia Edgar Wright e che è poi stato diretto da Peyton Reed. L’attrice ha rivelato di aver considerato, in precedenza, l’idea di lasciare la recitazione dopo aver preso parte a Lost, ipotesi che ha poi accantonato quando Peter Jackson le ha offerto un ruolo nella trilogia de Lo Hobbit. Quando venne contattata da Wright, Lilly non aveva alcuna familiarità con l’Universo Cinematografico Marvel. Come raccontato dall’attrice:

L’unico film che avevo visto all’epoca era Iron Man e non sapevo nemmeno che fosse un film Marvel. Allora pensavo ancora cose tipo “Non voglio fare uno stupido film di supereroi”.

Tuttavia, l’attrice ebbe modo di ricredersi completamente e di essere stata attratta dal progetto di Ant-Man per via del coinvolgimento di Paul Rudd nel film:

Paul Rudd… chi mai ingaggerebbe Paul Rudd nei panni di un supereroe? Nessuno! Quindi in sostanza mi sono detta “Fammi un attimo vedere che stanno combinando questi ragazzi della Marvel” e apparentemente stavano preparando qualcosa di incredibilmente ganzo! Mi ero del tutto persa questi ragazzi che stavano facendo film di supereroi che non si prendono troppo sul serio. E tra un anno devo mettermi il costume da Wasp e iniziare a ronzare!

Come riportato da Bleeding Cool, secondo Lilly i film Marvel si distanzierebbero dai film DC proprio a partire dal tono. L’attrice, durante il suo intervento, ha citato i film DC come un esempio di film di supereroi che tendono invece a “prendersi troppo sul serio”. L’attrice, come saprete, tornerà nell’UCM in Ant-Man and The Wasp.

Ant-Man and the Wasp vedrà il ritorno nel cast Paul Rudd (Scott Lang) ed Evangeline Lilly (Hope Van Dyne) e uscirà il 6 luglio 2018.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonti: CBM, Bleeding Cool