Intervistati da Slashfilm, Bryan Woods e Scott Beck – sceneggiatori di A Quiet Place – hanno rivelato di aver preso brevemente in considerazione l’idea di concepire il film di John Krasinski con Emily Blunt come un capitolo del Cloververse, franchise che ha avuto inizio con Cloverfield di Matt Reeves e del quale fanno parte anche 10 Cloverfield Lane e The Cloverfield Paradox.

A detta dei due autori, l’idea è stata semplicemente “accarezzata”. Tuttavia, completata la redazione dello script, sia il team creativo che i dirigenti dello studio hanno abbracciato l’idea di rendere A Quiet Place un titolo “autonomo”, scartando l’ipotesi di incasellare il film all’interno di un progetto più ampio.

Come rivelato da Beck:

[Inserire A Quiet Place nel Cloververse] è stata un’idea che abbiamo brevemente accarezzato. È stato tutto dovuto, più che altro, al momento in cui ci siamo trovati a lavorare allo script. Proprio in quel momento 10 Cloverfield Lane era in cantiere alla Paramount. In effetti ne abbiamo anche parlato con uno dei dirigenti dello studio. L’idea, in qualche modo, poteva prestarsi a fare sì che il progetto potesse divenire una sorta di crossover. Tuttavia, quando poi abbiamo consegnato lo script completo alla Paramount, si sono ritrovati davanti qualcosa di completamente diverso. […] Noi siamo assolutamente grati ai dirigenti dello studio, che hanno creduto e in questo stranissimo film senza dialoghi. Ci hanno davvero accolto a braccia aperte. [Da quando hanno avuto lo script completo] non hanno più pensato a farne un capitolo del Cloververse, anche perché è un film che ha la capacità di reggersi completamente da solo.

Segnaliamo uno degli ultimi tweet di Stephen King, che ha lodato il film con Emily Blunt:

 

 

Il film segue le vicende di una famiglia che vive un’esistenza isolata in una fattoria nel silenzio più assoluto, per paura di una minaccia sconosciuta che segue solo il suono e attacca non appena sente qualsiasi rumore. Vi segnaliamo alcune inquietanti clip che mostrano il particolare taglio del film, tutto incentrato sul silenzio.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Slashfilm