Malgrado il buon apprezzamento critico, il secondo spin-off di Star Wars, Solo, ha avuto delle performance commerciali decisamente deludenti, non in linea con quelle degli altri film del filone.

Come vi abbiamo spiegato in un approfondimento sulle possibili perdite causate da Solo: A Star Wars Story e pubblicato qualche settimana dopo l’uscita della pellicola, molti specialisti del settore hanno incolpato la pessima finestra di release e il marketing debolissimo.

Doug Creutz, un veterano delle analisi finanziarie in forza alla Cowen, era sicuro del fatto che ad aver fatto danni fosse stata l’eccessiva vicinanza a Gli Ultimi Jedi e che le polemiche nate per via delle soluzioni narrative adottate da Rian Johnson non hanno avuto alcuna voce in capitolo (anche perché, lo ripetiamo, The Last Jedi è stato un successo commerciale su tutta la linea):

Se il franchise di Star Wars è riuscito a resistere a La Minaccia Fantasma e a L’Attacco dei Cloni, è abbastanza difficile pensare che Gli Ultimi Jedi possa aver fatto tutti questi danni […] Non penso che il pubblico sia stanco di Guerre Stellari. Ritengo, semplicemente, che la campagna marketing sia stata insolitamente povera, visto e considerato che poi parliamo di un film di un’etichetta della Disney.

Altri insider sostenevano, fra l’altro, che la Disney avesse sostanzialmente “mandato al macello” Solo, concentrando tutto l’interesse del colossale reparto marketing su Avengers: Infinity War.

Nella nuova intervista rilasciata da Bob Iger all’Hollywood Reporter, l’executive pare “confermare” velatamente le supposizioni di cui sopra.

Sono stato io a prendere la decisione sulla finestra di release e, osservando retrospettivamente il tutto, credo che l’errore che ho commesso – di cui mi assumo tutte le responsabilità – sia stato un po’ troppo collegato alla fretta. Nel futuro andremo meno spediti, ma questo non significa che non faremo altri film di Star Wars.

Iger aggiunge anche che il futuro della saga non è ancora scritto nero su bianco e che, forse, ci sarà una pausa dopo l’Episodio IX di J.J.Abrams in uscita a dicembre del 2019.

Ci troviamo nel punto in cui stiamo iniziando a prendere delle decisioni in merito a quello che accadrà dopo il film di J.J., ma penso che saremo decisamente più attenti in materia di mole di film in uscita e tempistiche. E mi assumo tutte le responsabilità in materia (Iger impiega, in originale, la celebre espressione del Presidente Harry Truman “And the buck stops here on that”, ndr.).

Vi ricordiamo che in ballo ci sono i film di Star Wars supervisionati da Rian Johnson e quelli del duo di Game of Thrones Daniel Brett Weiss e David Benioff, il cui destino appare, a questo punto, avvolto nel mistero.

Forse, durante la prossima edizione della Star Wars Celebration prevista per aprile del 2019, avremo modo di scoprire qualcosa…

Solo: A Star Wars Story, lo ricordiamo, sarà disponibile a partire dal 26 settembre in Italia in Blu-Ray 4K Ultra HD, Blu-Ray 3D Steelbook, Blu-Ray e DVD, oltre che in digitale HD.

In questo articolo trovate tutti i dettagli delle varie edizioni che arriveranno in commercio.

Ecco la sinossi ufficiale:

Salite a bordo del Millennium Falcon e mettetevi in viaggio verso una galassia lontana lontana in Solo: A Star Wars Story, una nuova avventura con la più celebre delle canaglie spaziali. In mezzo a rocambolesche fughe nei meandri di un oscuro e pericoloso mondo criminale, Han Solo incontra il suo fedele co-pilota Chewbacca e il giocatore d’azzardo Lando Calrissian, in un viaggio che segnerà il destino di alcuni degli eroi più improbabili della saga di Star Wars.

La pellicola è incentrata su un giovane Han ed è ambientata molto prima degli eventi di Una Nuova Speranza.

Solo: A Star Wars Story vanta nel cast Alden Ehrenreich nei panni dell’erede di Harrison Ford, Woody Harrelson, Emilia Clarke, Donald Glover nelle vesti di Lando Calrissian, Thandie Newton, Phoebe Waller-Bridge e Joonas Suotamo nel ruolo di Chewbacca.

Il film è uscito il 25 maggio 2018 negli USA e il 23 maggio in Italia.

Consigliati dalla redazione