Una scena di Avengers: Endgame è un tributo a tutte le eroine dell’Universo Cinematografico Marvel, da Pepper a Gamora, da Valchiria a Nebula, passando per Mantis, Hope, Shuri e Okoye.

Gli sceneggiatori hanno parlato con Variety della genesi della sequenza, da una porzione di pubblico definita puro “fan service”.

Questi film non esisterebbero senza i fan, perciò un film realizzato per frustrarli sarebbe una mossa suicida” ha commentato Christopher Markus. “La gente definisce ‘fan service’ un omaggio a una nicchia di appassionati, ma abbiamo visto tutti i numeri che fanno questi film. I fan sono la maggioranza, perciò quello che facciamo non è altro che un omaggio alle storie che abbiamo già raccontato. Non è che mettiamo citazioni a cose che solo tre persone possono notare, si tratta di fare dei collegamenti o raccogliere qualcosa di già seminato prima“.

Stephen McFeely ha poi parlato della sequenza:

Erano tutte fomentate. Tutti lo erano. Abbiamo discusso a lungo e duramente sulla necessità o meno di inserirla. Abbiamo sempre voluto che quel momento fosse dovuto e non un contentino per i fan. In tutta sincerità ci ha messo alla prova. Ci chiedevamo continuamente se lasciarla o meno e alla fine ci siamo resi conto che avremmo preferito vederla e aprire un bel dibattito. Lo abbiamo voluto tutti.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Avengers: Endgame è al cinema dal 24 aprile.

LEGGI ANCHE

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

Consigliati dalla redazione