ComicBook ha intervistato Russell Earl, supervisore degli effetti visivi di Avengers: Endgame, e ha chiesto un parere sulle tute quantiche indossate dai protagonisti del corso della pellicola dei fratelli Russo. Nel caso vi fosse sfuggito, infatti, i costumi sono stati realizzati interamente in digitale, come confermato da Earl nel corso dell’intervista.

Cosa c’è, quindi, dietro questa decisione?

Non conosco interamente i motivi, ma so che i costumi continuano a evolversi e a cambiare. In questo caso non credo che la progettazione fosse stata ultimata quando hanno dovuto girare la scena, credo che stessero girando più scene in più posti. Ho letto degli articoli sul fatto che i costumi siano tutti digitali, ma lo facciamo sempre e non hanno mai fatto tanto rumore.

Ad esempio nei casi in cui il corpo di Cap è una controfigura digitale, o quando lo è per il 99% delle volte il corpo di Black Panther. Nel caso di Spidey, quando Tom indossa la tuta è quasi sempre sempre CG. […] Quindi immagino sia dovuto alla necessità di avere una certa flessibilità nella progettazione visto che al momento delle riprese non era stata ancora definitiva.

Avengers: Endgame è al cinema dal 24 aprile.

LEGGI ANCHE

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.