Se ci avete seguito sui social nel nostro post-Comic-Con di San Diego, saprete sicuramente che prima di tornare in Italia abbiamo fatto tappa sia a Disneyland Anaheim per ammirare Galaxy’s Edge (qui le nostre foto in attesa del resto) e anche agli Universal Studios di Hollywood per dare una sbirciatina a Jurassic World – The Ride.

Da pochissime settimane la grande novità del parco è infatti un’attrazione di tipo…giurassico.

Era maggio 2018 quando la Universal annunciava che la leggendaria Jurassic Park — The Ride, l’attrazione ispirata alla leggendaria pellicola di Steven Spielberg ospitata nei parchi Universal Studios fin dal 1996, sarebbe rimasta aperta fino al 3 settembre del 2018. Dopo mesi e mesi di lavori, Jurassic World – The Ride ha aperto i battenti lo scorso luglio.

L’INAUGURAZIONE

(Photo by Rich Fury/Getty Images for Universal Studios Hollywood )

Dopo una serie di test che si sono svolti nel corso del mese appena passato (e dei quali i visitatori erano stati avvisati visti i possibili problemi tecnici), l’apertura ufficiale si è svolta il 23 luglio alla presenza di Chris Pratt e Bryce Dallas Howard, di Colin Trevorrow e del produttore Frank Marshall.

Le due star del film sono state coinvolte direttamente nello sviluppo della nuova versione come vedremo nel corso di questo articolo.

NON SOLO UN’ATTRAZIONE

Nel caso la coda per l’attrazione principale dovesse essere troppo lunga (gli orari di attesa oscillano molto nel corso della giornata) ci sono una serie possibilità per intrattenersi e per completare la propria esperienza:

  • Raptor Encounter: Uno spazio tutto dedicato a un incontro ravvicinato con i dinosauri. È possibile incontrare in contatto con Blue, il Velociraptor di Jurassic World, ma anche con un Triceratopo e un cucciolo di Raptor (qui vi abbiamo mostrato un video).
  • DinoPlay è la zona dedicata ai bambini con attività di tutti i tipi per i più piccoli: rinvenimento di fossili, esplorazione di un teschio a grandezza naturale di T-Rex e molto altro.
  • Isla Nu-Bar: Il gioco di parole non lascia spazio a fraintendimenti. Nel caso abbiate bisogno di cocktail tropicali, questo bar è il posto che fa per voi. Si trova proprio prima dell’ingresso dell’attrazione principale.
  • Jurassic Café: per una tappa culinaria con piatti ispirati alla cucina costaricana.
  • Jurassic Outfitters: il negozio dedicato a tutti i prodotti e oggetti da collezione esclusivi tra cappelli, magliette, riproduzioni di dinosauri, borracce e tanto altro.

BENVENUTI A JURASSIC WORLD

Addio Jurassic Park, benvenuto Jurassic World.

Per far immergere i visitatori nelle atmosfere già nelle fasi iniziali dell’esperienza – quelle della fila – su appositi schermi compaiono dei video con la speciale partecipazione di Bryce Dallas Howard, Chris Pratt e BD Wong. Gli attori sono tornati a ricoprire il ruolo di Claire, Owen e Henry Wu proprio per questa occasione. Un ottimo modo per intrattenersi in attesa che la fila scorra.

L’intero percorso è rimasto pressoché immutato mentre a essere cambiato è praticamente tutto il resto: dal mezzo di trasporto dei visitatori alle scenografie, che ora riflettono gli eventi del film di Colin Trevorrow.

Una prima fase è dedicata all’esplorazione di un vero e proprio parco con i dinosauri immersi nella vegetazione: alcuni animatronic un po’ troppo retrogradi sono stati sostituiti da pupazzi meccanici più all’avanguardia e con movimenti decisamente più fluidi.

La vera nuova aggiunta è una suggestiva galleria con finte vetrate da cui è possibile sbirciare un Mosasauro in azione. La creatura – in qualche modo – riuscirà a interagire con il pubblico.

A seguire, poi, un altro ambiente che ha subito una rivisitazione è la baia dei predatori in cui da spettatori scopriamo che l’Indominus Rex è fuggito tant’è che ovunque ci sono i segni del suo passaggio. L’aggiunta del nuovo ibrido, tra l’altro, relega il T-Rex a un altro ruolo nel corso della “storia”.

Se in Jurassic Park – The Ride rappresentava infatti un pericolo, adesso si tratta di un alleato in un momento che arriva alla fine dell’esperienza.

Ciliegina sulla torta, le splendide note composte da Michael Giacchino per il nuovo film che non vanno a sostituire ma anzi ad accompagnare quelle storiche firmate da John Williams.

IL RESOCONTO SOCIAL

Se siete su Instagram potete dare una sbirciatina alla nostra giornata agli Studios cliccando qui.

 

Consigliati dalla redazione

Fonte immagini