È Frozen 2: Il Segreto di Arendelle a vincere nuovamente il weekend negli Stati Uniti e nel mondo. Per la terza settimana consecutiva il film Disney rimane in testa alla classifica raccogliendo altri 34.7 milioni di dollari, con un calo abbastanza ridotto visto il grande esordio del Ringraziamento e un totale ora di 337.6 milioni di dollari, che in tutto il mondo diventano ben 920 (entro il prossimo weekend avrà già superato il miliardo). Per la cronaca, il primo film ci mise due mesi a raggiungere i 337 milioni negli USA.

Al secondo posto troviamo Cena con delitto – Knives Out, che dimezza gli incassi rispetto al weekend del Ringraziamento (un’ottima tenuta) portando a casa altri 14.1 milioni di dollari e salendo a 63.5 milioni di dollari. In tutto il mondo la pellicola, costata una quarantina di milioni di dollari, ha raggiunto i 125 milioni complessivi: un ottimo successo per la Lionsgate.

Per il terzo e quarto posto si sfidano Le Mans ’66 – La Grande Sfida (con 6.5 milioni di dollari e un totale di 91 milioni negli USA e 167 in tutto il mondo) e Queen & Slim (con quasi 6.5 milioni di dollari e un totale di 26.9 milioni di dollari).

Chiude la top-five Un Amico Straordinario, con 5.2 milioni di dollari e un totale di 43 milioni di dollari.

L’espansione di Dark Waters in più di 2000 cinema porta la pellicola a salire al sesto posto, con 4.1 milioni di dollari e 5.2 milioni di dollari complessivi, mentre al settimo posto troviamo 21 Bridges, con 2.8 milioni di dollari e un totale di 23.9 milioni di dollari. All’ottava posizione Playing with Fire incassa 2 milioni di dollari e sale a quasi 42 milioni di dollari, mentre scende al nono posto Midway, con 1.9 milioni di dollari e un totale di 53 milioni di dollari (108 in tutto il mondo). Chiude la top-ten Joker, con 1 milione di dollari e 332 milioni complessivi (inoltre a livello globale ha appena battuto Aladdin).

Apre decisamente fuori dalla top-ten Playmobil: il film d’animazione debutta al 14esimo posto con soli 660mila dollari in tre giorni: si tratta del quarto peggior esordio di sempre per un film distribuito in più di 2000 cinema. STX si è occupato di portare in sala la pellicola dopo che Global Road è andata in bancarotta l’anno scorso, e ha provato ad attirare pubblico proponendo prezzi speciali (cinque dollari a biglietto), cosa che evidentemente non ha funzionato.

Nel frattempo, all’estero Jumanji: The Next Level è uscito in 18 territori portando a casa 52.5 milioni di dollari, leggermente meno dei 54.8 milioni del lancio del film precedente. Preoccupa il debutto in Cina, dove il film con Dwayne Johnson ha raccolto “solo” 25.3 milioni di dollari, pure debuttando comunque al primo posto (le previsioni iniziali erano di 40 milioni). L’aver anticipato all’ultimo minuto l’uscita di una settimana non ha aiutato la campagna promozionale (il cast ha dovuto cancellare un viaggio a Pechino). A prescindere dal risultato in oriente, comunque, sarà difficile battere il primo film, che ebbe una tenuta straordinaria sia negli USA che all’estero.

Fonte: BOM | Deadline