Ieri sera Rob Liefeld, fumettista creatore di Deadpool, ha deciso di dedicare la sua attività social a Birds of prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn).

Sonic ha superato i primi 10 giorni di Birds of Prey. Da etichettare come ‘Cose che non ti saresti aspettato’. Dico sul serio” ha scritto in riferimento ai risultati sotto le aspettative della pellicola di Cathy Yan. Ha poi proseguito spiegando che non si beve la scusa del “divieto ai minori” e ha indirettamente incolpato l’aspetto di Harley Quinn per l’insuccesso della pellicola.

 

 

 

La Harley ispirata a Deborah Harry è splendida. Un aspetto fantastico per il personaggio e per Margot” ha detto in riferimento al costume e al trucco dell’attrice in Suicide Squad di David Ayer.

 

Harley in versione Ronald McDonald, invece, non tanto. Bisognava confermare la formula vincente punk rock. L’aspetto visivo e i costumi sono importanti”. 

 

La prossima volta più punk rock e meno happy meal“.

 

 

Ha poi spiegato che “Deadpool ha dovuto imparare dagli stessi errori. L’aspetto visivo, ripeto, è importante. Siamo attratti da immagini forti, respinti con più probabilità da quelle goffe“.

 

 

E ha ribadito che la costumista di Suicide Squad Kate Hawley si è ispirata a Deborah Harry per il costume di Harley Quinn e che il “punk rock le si addice“.

 

Il fumettista ha ricevuto alcune critiche in risposta ai suoi tweet su Birds of Prey:

 

 

Non ha diritto di dire alcunché sui costumi adatti ai personaggi femminili

 

 

Non sapevo che punk significasse con meno vestiti/piacere per gli occhi/fatto per i maschi o con quella cosa che chiamano sguardo maschile, avrebbero dovuto anche ingaggiare un uomo per la regia e uno per la sceneggiatura immagino”.

 

 

Prossima volta, proporzioni del corpo normali“.

 

E ha concluso la discussione con due immagini della sua Domino:

 

 

 

Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è arrivato al cinema il 6 febbraio.

Ecco la sinossi:

Avete mai sentito la storia della poliziotta, dell’uccello canterino, della psicopatica e della principessa mafiosa? Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è una storia contorta raccontata dalla stessa Harley, come solo lei sa fare. Quando il malvagio narcisista di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, prendono di mira la piccola Cass, la città viene messa sotto sopra per trovarla. Le strade di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incrociano, e l’improbabile quartetto non ha altra scelta che allearsi per sconfiggere Roman.

I protagonisti oltre a Harley Quinn (Margot Robbie), sono Black Canary (Jurnee Smollett-Bell), Cacciatrice (Mary Elizabeth Winstead), l’investigatrice Renee Montoya (Rosie Perez), Batgirl/Cassandra Cain (Ella Jay Basco), Maschera Nera (Ewan McGregor) e Victor Zsasz (Chris Messina).

Alla regia Cathy Yan, prima regista asio-americana a dirigere un cinecomic.

Che ne pensate? Ditecelo nei commenti o sul forum!