Sono solo 300 le inquadrature di Tenet che hanno richiesto l’intervento degli artisti della computer grafica per creare degli effetti visivi. Per fare un paragone, Avengers: Endgame ne ha circa 2000, così come Insterstellar dello stesso Nolan. Altri film del regista ne hanno un numero inferiore, ma non troppo: Batman Begins ne ha 620, Inception ne ha 500, Il Cavaliere Oscuro – il ritorno ne ha 450.

Il film di Christopher Nolan è un blockbuster d’azione, e le scene spettacolari certo non mancheranno, eppure un simile numero di scene è paragonabile a quello di una commedia romantica, come ha spiegato lo stesso regista alla rivista specializzata ICG Magazine:

L’aspetto visivo del film è immenso, come ambizioni e dimensioni, ma il numero di effetti visivi digitali che abbiamo dovuto realizzare è probabilmente inferiore a quello della maggior parte delle commedie romantiche.

Questo perché Nolan ha insistito per realizzare il maggior numero di effetti speciali dal vivo, sul set. Come noto da tempo, uno degli esempi di ciò è la scelta di far esplodere un vero Boeing 747 per una scena d’azione davvero spettacolare.

Il supervisore agli effetti visivi Andrew Jackson aveva la responsabilità di mantenerci tutti al sicuro sul set. Volevamo che si vedesse tutto in camera, durante le riprese, ma se non era possibile allora doveva aiutarci a capire quali possibilità avevamo in post-produzione. Mi piace dire che Andrew faceva l’opposto del suo lavoro abituale, perché ci ha aiutato a far sì che la maggior parte delle sequenze venissero realizzate dal vivo, sul set, e non in post-produzione. Comunque, Double Negative ha dovuto lavorare ad alcune sequenze ugualmente molto complesse, ma l’esperienza di Andrew negli effetti speciali pratici sul set ci è stata di grandissimo aiuto.

Nolan aggiunge ai ringraziamenti anche Hoyte van Hoytema, direttore della fotografia che ha collaborato con lui anche a Insterstellar e Dunkirk (per il quale ha vinto un Oscar):

Il rapporto tra regista e direttore della fotografia è importante tanto quello che stabilisco con il protagonista. I più grandi direttori della fotografia ti aiutano a trovare un equilibrio narrativo tra esplorazione creativa ed esecuzione pratica.

Hoytema, in particolare, è stato di grande aiuto a Nolan nel gestire le riprese con le cineprese IMAX, con cui è stato girato praticamente tutto il film. Per fare ciò, Panavision ha creato nuove ottiche in grado di lavorare in contesti a bassa luminosità.

Tenet: i dettagli e la sinossi del film di Christopher Nolan

John David Washington è il nuovo protagonista dell’originale sci-fi d’azione di Christopher Nolan, “Tenet”.

Armato solo di una parola – Tenet – e in lotta per la sopravvivenza di tutto il mondo, il protagonista è coinvolto in una missione attraverso il crepuscolare mondo dello spionaggio internazionale, che si svolgerà al di là del tempo reale. Non un viaggio nel tempo. Ma inversione.

Il cast di Tenet include Robert Pattinson, Elizabeth DebickiDimple KapadiaAaron Taylor-JohnsonClémence Poésy, con Michael Caine e Kenneth Branagh.

Tenet è stato scritto e diretto da Nolan ed è stato realizzato con un mix di IMAX® e pellicola in 70mm. Emma Thomas e Nolan sono produttori con Thomas Hayslip in veste di produttore esecutivo.

La squadra creativa che ha lavorato dietro le quinte comprende il direttore della fotografia Hoyte van Hoytema, lo scenografo Nathan Crowley, la montatrice Jennifer Lame, il costumista Jeffrey Kurland, il supervisore degli effetti visivi Andrew Jackson e il supervisore degli effetti speciali Scott Fisher. La colonna sonora è opera del compositore Ludwig Göransson. Girato in sette nazioni differenti, il film verrà distribuito al cinema dalla Warner Bros. Pictures in Italia il 26 agosto.

Fonte: Collider