Anche se, per chissà quale ragione il video originale è stato impostato ora come privato, su svariati siti, come ad esempio IndieWire, c’è ancora traccia di quello che è stato affermato su Dune da Tom Brown, art director della pellicola di Denis Villeneuve.

Parlando del film ha dimostrato un notevole tasso di entusiasmo paragonandolo al Signore degli Anelli.

Penso che quello che il regista Denis Villeneuve sta facendo è quella che potremmo definire come una versione seminale di questa storia. Non penso che ci sia qualcosa di paragonabile a Dune. La portata spettacolare sarà disarmante. E penso che sarà qualcosa di speciale. L’altro giorno ho letto sul giornale che sono tutti in attesa del nuovo Signore degli Anelli e credo fermamente che ci attesteremo su quei livelli […] L’aspetto grandioso è il suo realismo. Sarà diverso da tutto quello che avete visto finora. L’approccio creativo di Denis e dello scenografo Patrice Vermette si basa tutto sul come sarebbe se queste “robe” volassero davvero? Al cinema vedi un sacco di astronavi che, semplicemente, decollano e volano, ma qua c’è un elevato realismo di fondo. Anche se alcune sono grandi come un grattacielo e altre, magari, sono dei veicoli a due posti.

Dune è uno dei progetti più importanti del 2020 per la Warner Bros., e la major sta già sviluppando il sequel.

Le riprese di Dune si sono svolte in Ungheria e in Giordania. Il cast comprende Timothée Chalamet (che sarà il protagonista Paul Atreides), Rebecca Ferguson, Dave Bautista, Stellan Skarsgard, Charlotte Rampling, Josh Brolin, Javier Bardem, Zendaya, Jason Momoa e Oscar Isaac. Alla produzione la Legendary Pictures, che nel 2016 ha acquisito i diritti di sfruttamento delle opere di Herbert.

Ambientato in un lontano futuro, Dune venne pubblicato nel 1965 e vinse il premio Nebula e il premio Hugo ed è il primo di sei romanzi che formano la parte centrale del Ciclo di Dune (esteso poi dal figlio Brian Herbert assieme a Kevin J. Anderson). La storia segue le vicende della dinastia Atreides e quella Harkonnen per il controllo del pianeta desertico Arrakis, dove viene prodotta una sostanza fondamentale per la struttura della società galattica in cui è ambientata la storia.

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni su Dune di Denis Villeneuve? Ditecelo nei commenti!