In una recente intervista con IGN, Daisy Ridley è tornata a parlare del finale di Star Wars: L’ascesa di Skywalker spiegando perché non avrebbe senso continuare a raccontare la storia di Rey in un una eventuale serie su Disney+:

Per me la bellezza di Episodio IX è che finisce con così tanta speranza e tanto potenziale. Sento proprio che sia stato il finale perfetto per Rey. Il conflitto c’è stato negli Episodi 7,8 e 9, perciò credo che adesso Rey stia probabilmente correndo in giro per qualche foresta da qualche parte a divertirsi.

Ha poi aggiunto:

Sono completamente soddisfatta da come si sia conclusa la storia, non so proprio cos’altro avrebbe potuto fare [Rey] che non sia riuscita a fare. E poi, ci sono tanti personaggi splendidi in Star Wars, ed è una cosa bellissima. Stavo vedendo il nuovo episodio di Mandalorian ed è così emozionante rendersi conto di quanti altri posti si possano scoprire.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, gli altri film della saga e le varie serie animate di Star Wars sono disponibili su Disney+, la piattaforma streaming della Disney.

La sinossi del film: Un anno dopo gli eventi del precedente film, Gli ultimi Jedi, la Resistenza sopravvissuta o quello che ne rimane affronta ancora una volta il Primo Ordine. Non dovrà fare i conti solo con l’oscuro regime, ma anche con il passato e fronteggiare i propri tumulti interni. Al tempo stesso l’antica battaglia tra Jedi e Sith sembra aver raggiunto l’apice, mettendo un punto definitivo alla saga di Skywalker. Il film permetterà di scoprire di più anche sul passato di Rey (Daisy Ridley), l’eroina della nuova trilogia che ha definitamente abbracciato il Lato Chiaro della Resistenza, e sull’identità dei suoi genitori, che, secondo i capitoli precedenti, l’hanno abbandonata durante la tenera età

Nel cast del film abbiamo ritrovato Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o. Nuovi membri del cast sono Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Il lungometraggio è uscito nelle sale cinematografiche il 18 dicembre 2019 e ha incassato, a livello globale, 1,07 miliardi di dollari.