A volte basta una teoria convincente suggerita da degli appassionati per rendere qualcosa realtà e, per usare il gergo, “canonico“: dello stesso avviso è apparso James Gunn, che su Twitter ha deciso di assecondare la teoria di una piccola fan di Guardiani della Galassia a proposito di Groot.

La mia figlia di 7 anni pensa che il vasetto da cui Baby Groot mangia caramelle è lo stesso in cui è cresciuto. Ha ragione?” gli ha chiesto una mamma.

Mi piace questa teoria, perciò diciamo di sì. Puoi dire alla tua piccola di 7 anni che è merito suo” ha ribattuto il regista.

 

 

Un utente è poi intervenuto aggiungendo:

È così che andrebbe stabilito il canone: “Ehi, è andata così?” “Non so, ma sembra forte, quindi sì”.

Il regista gli ha risposto parlando della genesi del cammeo di Stan Lee in Guardiani della Galassia Vol. 2:

A volte sì, perché no? Ad esempio, il legame di Stan Lee con gli Osservatori nel Vol. 2 è stato assolutamente influenzato dalle teorie dei fan.

 

 

Il film è uscito il 25 aprile 2017 in Italia.

Al ritmo dell’Awesome Mixtape #2, Guardiani della Galassia Vol. 2 prosegue narrando le avventure dei Guardiani mentre si inoltrano ai confini del cosmo. La squadra deve lottare per restare unita come una famiglia quando scopre i misteri sul vero padre di Peter Quill.

Vecchi nemici diventeranno nuovi alleati e i personaggi preferiti dei fan tratti dai fumetti classici giungeranno in soccorso dei nostri eroi. L’Universo Cinematografico Marvel continua ad espandersi.

Nel film tornano Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Michael Rooker, Karen Gillan, Vin Diesel, Bradley Cooper, Sean Gunn e Glenn Close. Tra le new entry Kurt Russell, Pom Klementieff, Elizabeth Debicki e Chris Sullivan.

Che ne pensate della teoria su Groot suggerita dalla piccola fan?