Dwayne Johnson non sembra aver presto molto bene le ultime dichiarazioni di Vin Diesel a proposito dei loro dissidi sul set di Fast & Furious.

È cosa nota che tra i due non sia corso buon sangue sul set di Fast & Furious 8 tant’è che quel film segnò il divorzio ufficiale tra i due attori, visto che The Rock dopo quel progetto prese una strada tutta sua con uno spin-off (Hobbs & Shaw), rinunciando ad apparire nei film del filone principale.

Di recente, in un’intervista Men’s Health, Diesel ha motivato il clima di tensione sul set dell’ottavo film spiegando che non era convinto della prova recitativa del collega:

È stato un personaggio difficile a cui dare forma, quello di Hobbs. All’epoca la mia idea fu di usare le maniere forti a fin di bene per portare la sua interpretazione esattamente dove doveva essere.

Da produttore mi sentivo in dovere di prendere Dwayne Johnson, associato al mondo del wrestling, e farlo immergere nel mondo del cinema, senza dare l’impressione al pubblico di conoscere già il suo personaggio.

Hobbs ti colpisce come un muro di mattoni, vado molto fiero del risultato, ma è servito tanto lavoro. Siamo dovuti arrivare a quell’obiettivo e a volte sono state necessarie le maniere forti. Non in senso felliniano, ma farei di tutto per ottenere le interpretazioni che voglio in tutto ciò che produco.

Le parole di Diesel hanno fatto breccia in Johnson, che nel corso di un’intervista recente con l’Hollywood Reporter ha annunciato senza troppi fronzoli il suo addio alla saga:

Ho riso, ho riso di gusto, credo che abbia fatto ridere tutti e non dico altro. Auguro loro ogni bene, sia con Fast 9 che con Fast 10 e Fast 11 e il resto dei film di Fast & Furious che gireranno senza di me.

Emily Blunt, collega dell’attore in Jungle Cruise, era presente al momento dell’intervista ed è intervenuta per aggiungere: “Ringrazia il cielo che fosse lì con te” ha detto in riferimento a Diesel. “Grazie al cielo è riuscito a farti superare quegli ostacoli“.

Felliniano” ha concluso Johnson.