Reunion Harry Potter, i fan scovano un errore: una foto di Emma Roberts da bambina utilizzata per Emma Watson!

emma roberts emma watson
Sono stati i fan a scovare un clamoroso errore in Harry Potter 20th Anniversary: Return to Hogwarts, la reunion di Harry Potter disponibile da ieri su Sky e in streaming su NOW in Italia (negli USA è uscito su HBO Max).

Girato l’anno scorso, lo speciale di quasi due ore è una vera e propria retrospettiva su tutta la saga, a partire da Harry Potter e la pietra filosofale, che ha da poco compiuto 20 anni. Tra interviste, momenti dietro le quinte e scene girate allo Studio Tour di Harry Potter a Londra con il cast, si racconta anche del coinvolgimento di quelli che all’epoca erano giovanissimi attori. Tra di loro c’era anche Emma Watson, che in un passaggio racconta come da bambina era ossessionata dai romanzi di Harry Potter. Nelle immagini vediamo una bambina con le orecchie da Minnie seduta a un tavolo con degli snack. Non si tratta però di Emma Watson, ma di Emma Roberts, come ha notato un’utente molto acuta su Twitter chiamata, guardacaso, mania.

 

emma watson emma roberts

La foto “incriminata” è stata pubblicata dall’attrice sul suo canale Instagram dieci anni fa:

 

Come è possibile che una foto di Emma Roberts sia stata scambiata per una di Emma Watson? Deve essersi trattato semplicemente di un errore compiuto durante la ricerca del materiale per realizzare lo speciale, e verosimilmente nei prossimi giorni verrà corretto (il vantaggio del lanciare un titolo come questo su una piattaforma streaming).

Gli altri articoli sulla reunion di Harry Potter:

Per ulteriori dettagli sulla speciale reunion targata Max Original vi rimandiamo al nostro speciale:

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.