Tutti parlano di Jamie, la recensione

La storia vera alla base di Tutti parlano di Jamie (Everybody’s Talking About Jamie), adattamento dell’omonimo musical britannico distribuito su Amazon Prime Video, si è trasformata in un racconto all’insegna della positività e dell’accettazione della diversità non particolarmente incisiva, ma comunque piacevole e in grado di intrattenere.
A sostenere il progetto diretto da Jonathan Butterell, regista che compie il suo esordio cinematografico dopo essersi occupato dello spettacolo teatrale, è la semplicità e l’onestà con cui gli interpreti affrontano gli eventi al centro della trama, non privi di una certa drammaticità pur rimanendo sulla superficie di tutte le tematiche proposte.

Il protagonista è il sedicenne Jamie (Max Harwood) che vive a Sheffield e sogna di diventare una drag queen. Al suo fianco ci sono la madre Margaret (Sarah Lancashire), che ama incondizionamente il figlio a differenza del...