Settimana chiave per la corsa agli Oscar 2022 e i relativi pronostici: siamo infatti passati dalla fase dei premi della critica americana, in cui diversi film hanno ottenuto grande visibilità e prestigio, a quella dei premi di categoria, in cui i vari sindacati americani si esprimono sui titoli più meritevoli dell’anno appena trascorso nelle rispettive categorie.

Facciamo quindi il punto, perché i premi di categoria sono gli unici in grado di dare realmente il polso della situazione essendo in gran parte votati da membri dell’Academy.

Si aprono le votazioni per le nomination agli Oscar

Oggi si aprono ufficialmente le votazioni per le nomination agli Oscar, che si concluderanno l’1 febbraio (le candidature verranno poi annunciate l’8 febbraio). A esprimere il loro voto in questi cinque giorni saranno 9,487 membri (sui 10,487, alcuni infatti sono membri emeriti o associati). 276 i film candidabili a questa 94 esima edizione degli Oscar, usciti tra il 1 marzo e il 31 dicembre 2021 (l’anno scorso il calendario venne infatti esteso a 14 mesi). Per la prima volta dal 2011, la categoria del Miglior Film sarà composta per certo da 10 titoli che verranno votato da tutti i membri dell’Academy con il complesso – ma ormai tradizionale – metodo di votazione preferenziale (si elencano dieci film preferiti, in ordine di preferenza da 1 a 10). L’idea è quella di riuscire a intercettare qualche film molto popolare, per poter alzare gli ascolti della cerimonia. Le nomination di altre categorie, invece, rimangono ad appannaggio dei rispettivi membri di categoria (la più numerosa è quella degli attori, con 1336 membri attivi).

La situazione finora

Fino a metà gennaio, un gruppo di pellicole si è fatto notare prima ai festival e poi ai premi della critica. Parliamo di Belfast, Il potere del cane, The Lost Daughter, I segni del cuore – CODA, Licorice Pizza, West Side Story, Una famiglia vincente – King Richard, ma anche film come A proposito dei Ricardo, il giapponese Drive My Car o lo spagnolo Madres Paralelas. E nel frattempo si è fatto un gran discutere di House of Gucci e Don’t Look Up, mentre Spider-Man: No Way Home ha incassato così tanto da diventare un fenomeno difficile da ignorare.

Per altri speciali come questo, abbonati a BadTaste+

Dopo le nomination della Screen Actors Guild, negli ultimi giorni sono state annunciate quelle della Directors Guild (registi), della Producers Guild (produttori) e della Writers Guild (sceneggiatori), oltre ad altre associazioni più tecniche (scenografi, costumisti, effetti visivi, fotografia, montaggio, suono). Il quartetto SAG + DGA + PGA + WGA è fondamentale per misurare la temperatura dell’Academy nei confronti dei film in lizza, e la notizia è che quest’anno nessun titolo è comparso contemporaneamente nelle nomination di tutte e quattro le associazioni di categoria (nel caso della SAG parliamo della sezione “miglior cast d’insieme”, che equivale al miglior film). Nulla di drammatico: l’anno scorso, sebbene si fosse tutti decisamente certi sulla forza di Nomadland, il film di Chloé Zhao non venne nominato al SAG per il miglior cast d’insieme – questo perchè non aveva un vero e proprio cast d’insieme. Ma è comunque un segnale chiaro sull’assenza di un titolo realmente forte in apertura della fase di votazioni delle nomination agli Oscar. E al contrario dell’anno scorso, l’Academy non ha un film fortissimo a cui fare riferimento e poi una serie di film un po’ meno forti, ma ha una rosa di titoli che si riflette da queste nomination ai premi di categoria.

belfast kenneth branagh

Belfast, di Kenneth Branagh

Chi ne esce rafforzato

Tenendo presente che ci sono alcune pellicole che, per regole sindacali, non rientrano nelle nomination ai premi di categoria ma poi sbucano alle nomination agli Oscar (The Lost Daughter è un serio contendente alla miglior sceneggiatura, nonostante Maggie Gyllenhaal non fosse candidabile al premio della WGA), alcuni film escono molto rafforzati da questa tornata. Belfast (ha vinto a Toronto, nominato da PGA, DGA e SAG cast d’insieme), Don’t Look Up (dopo aver dominato il dibattito sotto Natale, è stato nominato da PGA, WGA e SAG cast d’insieme), Dune (presentato a Venezia, nominato da PGA, DGA, WGA), West Side Story (PGA, DGA, WGA, un SAG), Licorice Pizza (PGA, DGA, WGA, un SAG). Non va ovviamente dimenticato Il potere del cane (premiato a Venezia, nominato da PGA e DGA, tre nomination ai SAG ma non cast d’insieme), mentre si fanno notare prepotentemente I segni del cuore – CODA (PGA, WGA e SAG cast d’insieme), Una famiglia vincente – King Richard (PGA, WGA e SAG cast d’insieme), A proposito dei Ricardo (PGA, WGA e due importanti SAG ai protagonisti). Non sfonda, ma si fa assolutamente notare, Tick Tick… BOOM! (dalla sua PGA, WGA, un SAG e un DGA come regista esordiente).

Chi ne esce sconfitto

Che Spider-Man: No Way Home non avesse molte speranze di sfondare era abbastanza chiaro: nonostante gli incassi straordinari, il film non ha colpito per la sua regia, e quindi era improbabile una nomination ai DGA, né per le interpretazioni (non ha preso nemmeno la nomination al SAG per il cast di controfigure). Improbabile era anche la nomination al PGA, nonostante quest’anno la categoria abbia candidato ben dieci film, ma sul fronte blockbuster evidentemente si è voluto evidenziare Dune, che ha avuto una presenza importante a Venezia. Si sgonfia anche la bolla House of Gucci, dopo la sorprendente nomination al SAG come cast d’insieme: sembra che sia difficile qualche nomination importante agli Oscar. La fiera delle illusioni – Nightmare Alley, dopo il flop al box-office americano (ma un buon sostegno da parte della critica), ha raccolto molte nomination tecniche, oltre a un SAG e a un WGA, ma l’assenza sia dai PGA che dai DGA lascia pensare che Guillermo del Toro non catturerà l’attenzione dell’Academy dopo il suo premio Oscar per La forma dell’acqua.

C’è poi la parentesi internazionale: ci sono film come Un Eroe, Madres Paralelas, Titane, È stata la mano di Dio e Drive My Car che sono comparsi spesso nei premi della critica nel mese di dicembre, lasciando immaginare che soprattutto Drive My Car avesse serie possibilità di sbucare in altre categorie agli Oscar oltre che in quella del miglior film internazionale. Sebbene in alcuni premi di categoria non fosse candidabile (coe i WGA), il film di Ryūsuke Hamaguchi sembrava tra i favoriti al DGA, eppure non ha ottenuto la nomination. L’Academy ha comunque un respiro decisamente più internazionale, quindi non sono da escludere sorprese.

NOMINATION AI PREMI DI CATEGORIA – INDICE

Dune Zendaya

Dune, di Denis Villeneuve

Producers Guild (produttori)

Il premio alla carriera verrà assegnato a Rita Moreno.

Film live action:

Film d’animazione:

Documentario:

  • Ascension
  • The First Wave
  • Flee
  • In the Same Breath
  • The Rescue
  • Simple as Water
  • Summer of Soul
  • Writing with Fire

Directors Guild (regia)

  • Paul Thomas Anderson – Licorice Pizza
  • Kenneth Branagh – Belfast
  • Jane Campion – Il potere del cane
  • Steven Spielberg – West Side Story
  • Denis Villeneuve – Dune

Nomination per la miglior regia d’esordio:

  • Maggie Gyllenhaal – The Lost Daughter
  • Rebecca Hall – Passing
  • Tatiana Huezo – Prayers for the Stolen
  • Lin-Manuel Miranda – Tick, Tick… BOOM!
  • Michael Sarnoski – Pig
  • Emma Seligman – Shiva Baby
Leonardo DiCaprio Don't look up

Don’t Look Up, di Adam McKay

Screen Actors Guild (attori)

Miglior cast d’insieme

BELFAST

CAITRÍONA BALFE / Ma
JUDI DENCH / Granny
JAMIE DORNAN / Pa
JUDE HILL / Buddy
CIARÁN HINDS / Pop
COLIN MORGAN / Billy Clanton

CODA

EUGENIO DERBEZ / Bernardo Villalobos
DANIEL DURANT / Leo Rossi
EMILIA JONES / Ruby Rossi
TROY KOTSUR / Frank Rossi
MARLEE MATLIN / Jackie Rossi
FERDIA WALSH-PEELO / Miles

DON’T LOOK UP

CATE BLANCHETT / Brie Evantee
TIMOTHÉE CHALAMET / Yule
LEONARDO DiCAPRIO / Dr. Randall Mindy
ARIANA GRANDE / Riley Bina
JONAH HILL / Jason Orlean
JENNIFER LAWRENCE / Kate Dibiasky
MELANIE LYNSKEY / June Mindy
SCOTT MESCUDI / DJ Chello
ROB MORGAN / Dr. Teddy Oglethorpe
HIMESH PATEL / Phillip
RON PERLMAN / Benedict Drask
TYLER PERRY / Jack Bremmer
MARK RYLANCE / Peter Isherwell
MERYL STREEP / President Orlean

HOUSE OF GUCCI

ADAM DRIVER / Maurizio Gucci
LADY GAGA / Patrizia Reggiani
SALMA HAYEK / Pina Auriemma
JACK HUSTON / Domenico De Sole
JEREMY IRONS / Rodolfo Gucci
JARED LETO / Paolo Gucci
AL PACINO / Aldo Gucci

KING RICHARD

JON BERNTHAL / Rick Macci
AUNJANUE ELLIS / Oracene “Brandi” Williams
TONY GOLDWYN / Paul Cohen
SANIYYA SIDNEY / Venus Williams
DEMI SINGLETON / Serena Williams
WILL SMITH / Richard Williams

Migliore attore protagonista

JAVIER BARDEM / Desi Arnaz
BEING THE RICARDOS

BENEDICT CUMBERBATCH / Phil Burbank
THE POWER OF THE DOG

ANDREW GARFIELD / Jon
TICK, TICK…BOOM!

WILL SMITH / Richard Williams
KING RICHARD

DENZEL WASHINGTON / Macbeth
THE TRAGEDY OF MACBETH

Migliore attrice protagonista

JESSICA CHASTAIN / Tammy Faye Bakker
THE EYES OF TAMMY FAYE

OLIVIA COLMAN / Leda
THE LOST DAUGHTER

LADY GAGA / Patrizia Reggiani
HOUSE OF GUCCI

JENNIFER HUDSON / Aretha Franklin
RESPECT

NICOLE KIDMAN / Lucille Ball
BEING THE RICARDOS

Migliore attore non protagonista

BEN AFFLECK / Uncle Charlie
THE TENDER BAR

BRADLEY COOPER / Jon Peters
LICORICE PIZZA

TROY KOTSUR / Frank Rossi
CODA

JARED LETO / Paolo Gucci
HOUSE OF GUCCI

KODI SMIT-McPHEE / Peter
THE POWER OF THE DOG

Migliore attrice non protagonista

CAITRÍONA BALFE / Ma
BELFAST

CATE BLANCHETT / Dr. Lilith Ritter
NIGHTMARE ALLEY

ARIANA DeBOSE / Anita
WEST SIDE STORY

KIRSTEN DUNST / Rose Gordon
THE POWER OF THE DOG

RUTH NEGGA / Clare
PASSING

Migliore interpretazione action da parte di un cast di stuntman

BLACK WIDOW
DUNE
THE MATRIX RESURRECTIONS
NO TIME TO DIE
SHANG-CHI AND THE LEGEND OF THE TEN RINGS

being the Ricardos

A proposito dei Ricardo, di Aaron Sorkin

Writers Guild (sceneggiatura)

Sceneggiatura originale:

  • Aaron Sorkin – A proposito dei Ricardo
  • Adam McKay – Don’t Look Up
  • Wes Anderson – The French Dispatch
  • Zach Baylin – Una famiglia vincente – King Richard
  • Paul Thomas Anderson – Licorice Pizza

Sceneggiatura adattata:

  • Siân Heder – I segni del cuore, CODA
  • Jon Spaihts, Denis Villeneuve, Eric Roth – Dune
  • Guillermo del Toro, Kim Morgan – La fiera delle illusioni – Nightmare Alley
  • Steven Levenson – Tick, Tick… BOOM!
  • Tony Kushner – West Side Story

Documentario:

  • Mark Monroe & Pax Wasserman – Being Cousteau
  • Marc Shaffer – Exposing Muybridge
  • Suzanne Joe Kai – Like a Rolling Stone: The Life & Times of Ben Fong-Torres

American Society of Cinematographers (fotografia)

Film

  • Bruno Delbonnel – Macbeth
  • Greg Fraser – Dune
  • Dan Lausten – La fiera delle illusioni – Nightmare Alley
  • Ari Wegner – Il potere del cane
  • Haris Zambarloukos – Belfast

Spotlight

  • Ruben Impens per Titane
  • Pat Scola per PIg
  • Adolpho Veloso per Jockey

Documentario

  • Jessica Beshir – Faya Dayi
  • Isabel Bethencourt, Parker Hill – Cusp
  • Daniel Schunauer – The Hidden Life of Trees
West Side Story

West Side Story, di Steven Spielberg

ACE Editors Guild (montaggio)

Dramma:

  • Úna Ní Dhonghaíle – Belfast
  • Joe Walker – Dune
  • Pamela Martin – Una famiglia vincente – King Richard
  • Tom Cross – No Time to Die
  • Peter Sciberras – Il potere del cane

Commedia:

  • Tatiana S. Riegel – Cruella
  • Hank Corwin – Don’t Look Up
  • Andrew Weisblum – The French Dispatch
  • Andy Jurgensen – Licorice Pizza
  • Myron Kerstein – Tick, Tick… BOOM!

Animazione:

  • Jeremy Milton – Encanto
  • Catherine Apple – Luca
  • Greg Levitan – I Mitchell contro le macchine
  • Fabienne Rawley – Raya e l’ultimo drago
  • Gregory Perler – Sing 2 – sempre più forte

Documentario uscito al cinema:

  • Janus Billeskow Jansen – Flee
  • Bob Eisenhardt – The Rescue
  • Joshua L. Pearson – Summer of Soul
  • Ting Poo, Leo Scott – Val
  • Affonso Goncalves – The Velvet Underground

Documentario non uscito al cinema:

  • 100 Foot Wave “Sea Monsters”
    Abhay Sofsky, Adrienne Gits, Connor Culhane, Brandon Valentin
  • 1971: The Year That Music Changed Everything “Starman”
    Sam Blair
  • Allen V. Farrow “Episode 1”
    Mikaela Shwer, Parker Laramie & Sara Newens
  • The Beatles: Get Back “Episode 3”
    Jabez Olssen
  • Billie Eilish: The World’s a Little Blurry
    Greg Finton, ACE, Lindsay Utz, ACE
the french dispatch

The French Dispatch, di Wes Anderson

Art Directors Guild (scenografie)

Film ambientato nel passato

  • Adam Stockhausen – The French Dispatch
  • Florencia Martin – Licorice Pizza
  • Tamara Deverell – La fiera delle illusioni – Nightmare Alley
  • Stefan Dechant – Macbeth
  • Adam Stockhausen – West Side Story

Film fantasy

  • Fiona Crombie – Cruella
  • Patrice Vermette – Dune
  • Francois Audoy – Ghostbusters: Legacy
  • Jade Healy – Sir Gawain e il cavaliere verde
  • Sue Chan – Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli

Film ambientato nel presente

  • Cara Brower – Candyman
  • Clayton Hartley – Don’t Look Up
  • Nelson Coates – Sognando a New York – In the Heights
  • Inbal Weinberg – The Lost Daughter
  • Mark Tildesley – No Time to Die

Film d’animazione

  • Ian Gooding, Lorelay Bové – Encanto
  • Daniela Strijleva – Luca
  • Lindsey Olivares – I Mitchell contro le macchine
  • Paul Felix, Mingjue Helen Chen, Cory Loftis – Raya e l’ultimo drago
  • Olivier Adam – Sing 2 – sempre più forte

Costume Designers Guild (costumi)

Film fantasy/fantascientifico

  • Jacqueline West & Robert Morgan – Dune
  • Malgosia Turzanska – Sir Gawain e il Cavaliere Verde
  • Lindsay Pugh – Matrix Resurrections
  • Kym Barrett – Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli
  • Sanja M. Hays – Spider-Man: No Way Home
  • Judianna Makowvky

Film ambientato nel presente

  • Ruth E. Carter – Il principe cerca figlio
  • Susan Matheson – Don’t Look Up
  • Mitchell Travers – Sognando a New York – In The Heights
  • Suttirat Anne Larlarb – No Time to Die
  • Derica Cole Washington – Zola

Film ambientato nel passato

  • Jenny Beavan – Crudelia
  • Massimo Cantini Parrini & Jacqueline Durran – Cyrano
  • Janty Yates – House of Gucci
  • Luis Sequeira – La fiera delle illusioni – Nightmare Alley
  • Paul Tazewell – West Side Story
Benedict Cumberbatch il potere del cane

Il potere del cane, di Jane Campion

Cinema Audio Society (sonoro)

Film

  • Dune
  • No Time to Die
  • Spider-Man: No Way Home
  • Il potere del cane
  • West Side Story

Film d’animazione

  • Encanto
  • Luca
  • Raya e l’ultimo drago
  • Sing 2 – sempre più forte
  • I Mitchell contro le macchine

Documentario

  • Becoming Cousteau
  • Summer of Soul
  • The Velvet Underground
  • Tina
  • Val

Visual Effects Society (effetti visivi)

  • Dune
  • Godzilla vs. Kong
  • Matrix Resurrections
  • No Time to Die
  • Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli
  • Spider-Man: No Way Home

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Seguici su Twitch!