The End Is At Hand è il dodicesimo episodio della settima stagione di Agents of SHIELD, nel quale finalmente i protagonisti riescono a rimettersi in contatto con Leopold Fitz.

 

 

Scopriamo le curiosità nascoste in questo episodio con la nostra rubrica Behind Agents of SHIELD!

 

Quindi ho appena ucciso uno dei nostri?

 

È ironico pensare che una troppo zelante Victoria Hand abbia ucciso Garrett, visto che nella linea temporale originale era stato lui a ordinare l’assassinio della donna.

 

Che asso nella manica.

 

La granata radiale che Mack utilizza per sbarazzarsi dei Chronicom a bordo dello Zephyr è un’arma già apparsa nel film Serenity di Joss Whedon.

 

Ce l’hai fatta! Ha funzionato!

 

Dopo un’intera stagione in cui è stato assente, scopriamo che Fitz si nascondeva nel Regno Quantico: la sua tuta ricorda quella degli Avengers, mentre l’elmo è identico a quello indossato da Deke nella sua prima apparizione. Il macchinario è stato costruito da componenti che Enoch aveva distribuito a diversi agenti SHIELD, così da ricomporlo al momento in cui sarebbe stato necessario richiamare Fitz.

 

 

BEHIND AGENTS OF SHIELD

STAGIONE 1

STAGIONE 2

STAGIONE 3

STAGIONE 4

STAGIONE 5

STAGIONE 6

STAGIONE 7