Lo show animato DuckTales è stato cancellato, e il produttore e sceneggiatore Frank Angones ha commentato la notizia su Twitter. Lo ha fatto parlando anche del finale dello show assicurando che, anche se DuckTales è stato cancellato, la storia sarà soddisfacente.

Abbiamo sempre detto che bisogna affrontare ogni stagione di uno show come se fosse l’ultima, non lasciare nulla sul tavolo e avere fiducia che la tua squadra alla fine sarà in grado di superarsi. Con questo in mente, abbiamo creato la terza stagione di DuckTales incentrata sull’eredità, sul futuro della famiglia Duck e su cosa significhi, collegandoci a domande e misteri che sono stati impostati nel primo episodio del nostro show. Quindi, alla fine, eravamo preparati al fatto che questa stagione fosse l’ultima.

Abbiamo avuto un grande incontro per far sapere a tutta la troupe che stavamo finendo con la terza stagione, e tutti erano tristi. Poi abbiamo raccontato loro la fine e ho visto quel fuoco che ho imparato ad amare negli occhi della nostra crew. Si sono rimboccati le maniche e ci hanno provato con tutta la passione, l’umorismo, il cuore e l’energia rimasta nei loro serbatoi. Quello che sto dicendo è che amo questa crew. E sono entusiasta che la gente veda come va a finire.

DuckTales ha fatto il suo debutto su Disney XD nel 2017. Reboot del cartone animato degli anni ottanta, ben presto si è trasformato in un progetto ben più ambizioso (e ricco di riferimenti meta). Giusto qualche settimana fa Frank Angones, verosimilmente già consapevole del mancato rinnovo, non aveva escluso che venissero messi in cantiere degli spin-off. Meno di un mese fa, invece, Variety ha rivelato che sarebbe in sviluppo un reboot di Darkwing Duck (che compare nella terza stagione di DuckTales), con la produzione di Seth Rogen, Evan Goldberg, James Weaver, e Alex McAtee della Point Grey Pictures.

Per chi volesse recuperare la serie originale, a dicembre saranno finalmente disponibili su Disney+ le prime due stagioni, che si aggiungono alla terza. In Italia il reboot è presente solo con la prima stagione.

Fonte: Twitter