Amazon ha annunciato il via libera alla produzione dello spinoff di The Boys, svelando inoltre che le showrunner saranno Michele Fazekas e Tara Butters, già alla guida di Agent Carter. Le due sceneggiatrici sostituiranno Craig Rosenberg, che ha abbandonato l’incarico a causa di alcune differenze creative con Amazon e i produttori di Sony Pictures TV.

Gli episodi saranno ambientati nell’unico college frequentato solo da giovani supereroi e gestito da Vought International.

Nel cast ci saranno Jaz Sinclair (Chilling Adventures of Sabrina), Lizze Broadway (Here and Now), Shane Paul McGhie (Unbelievable), Aimee Carrero (Elena of Avalor), Reina Hardesty (Brockmire) e Maddie Phillips (Teenage Bounty Hunters).

Secondo quanto riporta The Hollywood Reporter, la serie ancora priva di un titolo ufficiale è una storia irriverente e vietata ai minori che segue le vite dei giovani competitivi e alle prese con le tempeste ormonali mentre mettono alla prova i propri limiti fisici, sessuali e morali, cercando di ottenere i contratti migliori nelle migliori città. Lo show è un mix di Hunger Games e storia ambientata al college, ma “con il cuore, la satira e la sovversività di The Boys“.

Il team della produzione è composto da Fazekas e Butters, Eric Kripke, Seth Rogen, Evan Goldberg, James Weaver, Neal H. Moritz, Ori Marmur, Pavun Shetty, Ken Levin, Jason Netter, Garth Ennis, Darick Robertson e Michaela Starr.
Kripke ha dichiarato:

Proprio come Mork & Mindy che era uno spinoff di Happy Days, il nostro spinoff esisterà nel Vought Cinematic Universe, tuttavia avrà un’atmosfera e uno stile unici. Si tratta del nostro approccio agli show ambientati al college, con un insieme di affascinanti, complicati, e alle volte letali Giovani Supes. Michele e Tara sono assolutamente geniali, siamo elettrizzati nell’averle a guidare questa nave e siamo grati nei confronti di Sony e Amazon per l’opportunità. Amiamo questo show e non vediamo l’ora che lo vediate

Che ne pensate del via libera alla produzione dello spinoff di The Boys? Lasciate un commento!

Fonte: The Hollywood Reporter