Tutto il meglio arriva ora. Il settimo episodio di Romulus inizia con un poema Omerico (secondo la tradizione composti o meglio comparsi la prima volta proprio negli anni della nascita di Roma) e sarà tutta una puntata sulla mitologia, sulla potenza del racconto e soprattutto sulla sua fondazione. L’idea sembra essere che la fondazione di Roma sia la fondazione del suo mito e che non ci possa essere quel tipo di unione tribale che consente di gettare le fondamenta di un nuovo regno, grande e capace di unire ciò che era separato, senza un mito fondante che aggreghi.

È una puntata di mitologie distrutte e rifondate, chiarite e spiegate se non proprio resettate. E il mito è ciò che crea il re, l’unica arma che in un mondo arcaico lo può legittimare, anche più della forza. I ragazzi sperduti nella foresta hanno impa...