Utopia (prima stagione): la recensione

Utopia è stata una delle serie britanniche in grado di diventare un cult in tutto il mondo, risultando ancora attuale a distanza di anni dal suo debutto televisivo, e il remake americano scritto da Gillian Flynn (Gone Girl), prodotto per Amazon, si ritrovava già nella difficile posizione di dover reggere un confronto di questo livello senza poter prevedere di dover affrontare una realtà che sembra aver attinto a piene mani dalla finzione ritratta sul piccolo schermo.
La prima stagione dello show, composta da otto puntate, racconta infatti quello che accade durante una pandemia legata a una cospirazione i cui contorni iniziano a diventare chiari e definiti solo grazie al susseguirsi degli eventi fino a un finale che lascia il segno e getta le basi per una seconda stagione.

GUARDA: Utopia: un nuovo trailer svela la data di uscita della serie Amazon

Le otto puntate della prima stagione prendono il via con il ritrovamento di Utopia, un fumetto sequ...