Tenet è segretamente un sequel di Inception? La teoria circola da diversi mesi, da quando abbiamo scoperto che il film avrebbe avuto a che fare con il tempo e con la distorsione della realtà, ma cosa ne pensa il diretto interessato? In copertina su Esquire, John David Washington – il protagonista della pellicola – ha risposto a questa e ad altre teorie dei fan.

La sua risposta?

Definirei Tenet un parente acquisito di Inception. Sono legati da un vincolo di matrimonio, si vedono per il Ringraziamento, per le grigliate in famiglia e per eventi del genere. A parte quello, uno vive in Europa, l’altro a Compton.

L’attore ha poi parlato delle difficilissime scene d’azione che ha dovuto girare:

Ci sono stati casi in cui non riuscivo ad alzarmi dal letto. Dopo un paio di settimane ero davvero preoccupato di non poter finire le riprese, non volevo dirlo a nessuno perché pensavo: “Oh, morirò per questo film”.

Nolan in effetti ha confermato che si tratta del suo film più ambizioso e complesso:

Il film ha più azione di quanta ne abbia mai fatta. Ha un mucchio di scene d’azione con John [David Washington] protagonista, perciò si è dovuto mettere alla prova in tutti i modi possibili. Senza parlare di tutto l’impegno atletico che ha messo anche nel modo di camminare e di muoversi.

La sinossi di Tenet:

John David Washington è il nuovo protagonista dell’originale sci-fi d’azione di Christopher Nolan, “Tenet”.

Armato solo di una parola – Tenet – e in lotta per la sopravvivenza di tutto il mondo, il protagonista è coinvolto in una missione attraverso il crepuscolare mondo dello spionaggio internazionale, che si svolgerà al di là del tempo reale. Non un viaggio nel tempo. Ma inversione.

Il cast internazionale di Tenet include anche Robert Pattinson, Elizabeth Debicki, Dimple Kapadia, Aaron Taylor-Johnson, Clémence Poésy, con Michael Caine e Kenneth Branagh.

Scritto e diretto da Nolan, il film è stato realizzato con un mix di IMAX® e pellicola in 70mm ed è prodotto da Emma Thomas e Nolan con Thomas Hayslip in veste di produttore esecutivo.

La squadra creativa che ha lavorato dietro le quinte comprende il direttore della fotografia Hoyte van Hoytema, lo scenografo Nathan Crowley, la montatrice Jennifer Lame, il costumista Jeffrey Kurland, il supervisore degli effetti visivi Andrew Jackson e il supervisore degli effetti speciali Scott Fisher. La colonna sonora è opera del compositore Ludwig Göransson.

Girato in sette nazioni differenti, il film verrà distribuito prossimamente al cinema dalla Warner Bros. Pictures.