La versione italiana di Jurassic World: Il Regno Distrutto – dal 7 giugno nei cinema dello stivale – è leggermente più breve rispetto alla versione internazionale. Operando un confronto con la proiezione in lingua originale (che abbiamo visto in anteprima a Londra un paio di settimane fa) abbiamo avuto modo di constatare che nel montaggio riservato al nostro mercato sono assenti alcune inquadrature molto spinte e violente.

Si tratta, nello specifico, di inquadrature sanguinolente con protagonisti alcuni dinosauri e raffiguranti arti mozzati.

Trattandosi di un film di grande importanza è intuibile che i tagli siano stati autorizzati dal regista e dalla produzione per evitare che il film ottenesse nel nostro paese un divieto ai minori di 14 anni.

Il franchise di Jurassic Park è molto popolare tra le fasce d’età più basse. Il film negli Stati Uniti ha ottenuto un PG-13, un tipo di visto censura che prevede che i bambini di età inferiore ai 13 vengano accompagnati al cinema da un adulto (a cui spetta quindi la scelta). Nel caso del mercato italiano, però, un visto censura pari al V.M.14 avrebbe significato un divieto assoluto ai minori di 14 anni.

Ecco quindi che è stata diffusa una versione derubricata (presumiamo – di nuovo – con il benestare di J.A. Bayona), ossia privata di alcuni dettagli più violenti che avrebbero potuto urtare la sensibilità dei più piccoli.

La sensazione è che si tratti di una decisione relativa solo all’edizione cinematografica e che il film arrivi in home video (le cui prenotazioni sono già aperte) in edizione integrale.

Siamo comunque in attesa di una dichiarazione ufficiale da parte della divisione nazionale della Universal Pictures.

UPDATE: In attesa di comunicazioni ufficiali, vi informiamo che parallelamente ci è stato comunicato che i tagli non sono stati operati dopo il vaglio della commissione censura, quindi immaginiamo siano stati tagli preventivi. Da precisare, inoltre, che oltre l’Italia ad aver proiettato una versione ridotta del film sono stati anche Turchia, Corea e Israele (ma è possibile che altri paesi abbiano preso tale decisione).

UPDATE #2: J.A. Bayona ha commentato su twitter che la versione uscita in Corea è “la versione ufficiale che ho approvato“.

 

 

Dopo l’immagine vi proponiamo una descrizione SPOILER delle inquadrature rimosse.

Dopo una attenta analisi e verifiche di vario tipo siamo in grado di sostenere che le differenze sostanziali tra le due versioni sono rappresentate da tre momenti:

  • Scena 1: Quando il T-Rex viene condotto nella villa di Lockwood viene accolto anche da una capra. Nel montaggio esteso si vede anche un’inquadratura con il dinosauro che mastica la capra.
  • Scena 2: La morte di Ken Wheatley avrebbe dovuto essere più sanguinolenta. Nel montaggio esteso, dopo che l’Indoraptor si scaglia su di lui nella gabbia, il dinosauro gli mozza il braccio e se lo mangia. Si avvicina inoltre al personaggio interpretato da Ted Levine e gli ruggisce contro (come dimostra l’immagine allegata all’articolo).
  • Scena 3: Stesso discorso nel caso della morte di Eli Mills. Nel montaggio esteso l’uomo viene afferrato dal T-Rex e letteralmente spezzato in due. L’altra metà del corpo viene afferrata in volo da un Carnotauro. La sequenza si conclude con il T-Rex che si mette in una posa molto simile a quella dell’iconica inquadratura di Jurassic Park, mentre ruggisce.

 

LEGGI ANCHE

Chris Pratt e Bryce Dallas Howard tornano nei panni dei protagonisti, insieme ai produttori esecutivi Steven Spielberg e Colin Trevorrow, per Jurassic World: Fallen Kingdom di Universal Pictures e Amblin Entertainment. Nel cast, oltre a Pratt e Howard, troviamo James Cromwell, Ted Levine, Justice Smith, Geraldine Chaplin, Daniella Pineda, Toby Jones, Rafe Spall, mentre BD Wong e Jeff Goldblum riprendono i loro vecchi ruoli.

Diretto da J.A. Bayona (The Impossible), questo film epico d’avventura è firmato dal regista di Jurassic World, Trevorrow, e dal suo co-sceneggiatore, Derek Connolly.  Il film segna una nuova collaborazione della coppia di produttori Frank Marshall e Pat Crowley con Spielberg e Trevorrow alla guida della squadra di produzione di questo sensazionale capitolo della saga. Belén Atienza completa il team in qualità di produttrice.