È di qualche giorno fa la notizia che la 20th Century Fox ha cancellato una scena da The Predator dopo aver appreso che uno degli attori presenti nella sequenza è nel registro degli autori di reato sessuale.

Si tratta di Steven Wilder Striegel, accusato di aver tentato di adescare una 14enne e condannato a sei mesi di prigione nel 2010.

Secondo il Los Angeles Times, la Fox ha appreso del passato di Striegel da Olivia Munn (presente nella scena) ed è prontamente intervenuta.

Dopo che la notizia è apparsa sui giornali e sulle testate di tutto il mondo, l’attrice ha confessato di essersi sentita “sola e ostracizzata” dai suoi colleghi che non l’hanno contattata o sostenuta pubblicamente e privatamente.

A distanza di alcuni giorni, ecco le dichiarazioni Sterling K Brown e Boyd Holbrook:

Olivia, mi dispiace che ti sia sentita isolata, cara. E mi dispiace che tu sia stata la sola a parlare pubblicamente Non sono stato al #TIFF perciò non ho avuto modo di stare lì con te. […] Il problema qui (e Shane ne ha parlato nelle sue scuse ufficiali) è che tutti noi abbiamo il diritto di sapere con chi lavoriamo. E quando qualcuno è accusato di un crimine di natura sessuale ai danni di una bambina, abbiamo tutto il diritto di dire che non va bene. Lo studio e il nostro cast non hanno avuto questa possibilità, e specialmente Olivia, che è stata l’unica componente del cast a dover lavorare con lui. […] Spero che non ti senta più sola, Olivia. Hai fatto la cosa giusta.

https://www.instagram.com/p/Bnjy-0YllZX/?utm_source=ig_embed

Sono fiero di Olivia per il modo in cui ha fatto i conti con una situazione difficile e allarmante, e felice che la Fox abbia preso seriamente le informazioni e si sia attivata prontamente. È vero, sabato ho rifiutato di prendere parte ad alcune interviste perché questo tipo di commenti sono per me nuovi e data la natura del crimine, ho creduto che ulteriori discussioni avrebbeo causato ulteriore trauma e dolore, che non volevo affatto provocare alla donna che resta anonima. Ora mi rendo conto che non avevo una chiara idea del quadro completo e l’ultima cosa che voglio è che Olivia si senta sola o abbandonata. Ci troviamo nel mezzo di un’epoca di vitale importante ed è obbligatorio restare ad ascoltare.

Presentato al Toronto Film Festival, The Predator arriverà in sala il 14 settembre negli USA e a ottobre in Italia.

Questa la sinossi ufficiale:

Dai confini dello spazio inesplorato, la caccia arriva nelle strade di una piccola città nella terrificante reinvenzione della serie di Predator nel progetto registico di Shane Black. Geneticamente modificati, attraverso la combinazione dei DNA di specie diverse, i cacciatori più letali dell’universo sono adesso ancora più pericolosi, più forti, più intelligenti. Quando un ragazzino innesca accidentalmente il loro ritorno sulla Terra, solo un gruppo di ex soldati e una disillusa insegnante di scienze può impedire la fine della razza umana.

Diretto da Shane Black e da lui scritto con Fred Dekker, The Predator ha per protagonisti Trevante Rhodes, Keegan-Michael Key, Olivia Munn, Sterling K. Brown, Alfie Allen, Thomas Jane, Augusto Aguilera, Jake Busey Yvonne Strahovski.

Ricordiamo che il film uscirà il 14 settembre negli USA, e l’11 ottobre in Italia.

Consigliati dalla redazione