Durante una lunga intervista durante il podcast di Brando Benetton Soundstage Access, lo stunt coordinator e regista della seconda unità di Avengers: Endgame Sam Hargrave (che presto debutterà come regista di Dhaka, con Chris Hemsworth, in arrivo su Netflix) ha rivelato diversi retroscena della lavorazione del blockbuster.

In particolare, Hargrave è entrato nel dettaglio di come sia stato sostanzialmente impossibile allineare il calendario delle riprese di 32 attori principali, e che nelle sequenze drammatiche d’azione raramente tutti gli attori erano nella stessa stanza:

Il grande segreto è che questi film sono basati principalmente sulle controfigure. A causa della grandezza del cast (stiamo parlando di 32 attori principali), è impossibile avere tutti gli attori nello stesso posto nello stesso momento. Ecco quindi che gli attori sono stati utilizzati a seconda della loro disponibilità, e poi sono stati messi insieme i “pezzi”. Persino in alcune scene che necessitavano della recitazione sono state utilizzate controfigure. Abbiamo dovuto lavorare tantissimo per mettere insieme questo team straordinario di controfigure. Alcune affiancano gli attori da tanti anni, come quella di Scarlett che la segue da Iron Man 2, ma altre hanno fatto il loro debutto in questo film, come la controfigura di Chris Pratt, che abbiamo trovato in giro nello Utah. Tutti insieme formano il miglior cast di controfigure che sia mai stato messo insieme. Abbiamo fatto affidamento tantissimo su di loro. Quando l’elmetto o la maschera cade, finisce il loro lavoro. E siccome ci sono più unità di ripresa, a volte ci sono tre Captain America in circolazione!

Hargrave parla anche di Dhaka, storia di un imprenditore indiano che ingaggia un mercenario per trovare suo figlio che è stato rapito, è stato scritto da Joe Russo e ha Chris Hemsworth come protagonista:

Joe scrisse il film dieci anni fa e io lo lessi cinque anni fa. Era un po’ diverso. Mi piaceva moltissimo il lavoro sui personaggi e sul ritmo. […] In Endgame Joe e Anthony mi hanno permesso di crescere molto, affidandomi intere sequenze come regista. Mi sono chiesto perché, poi ho menzionato loro il fatto che volessi intraprendere la carriera di regista e Joe mi ha proposto Dhaka. Il film è ricco d’azione, ma è azione guidata dai personaggi, quindi per me è un ottimo trampolino: un film ricco d’azione, ma con una storia che ti lascia qualcosa, che ti emozione. Per me questi sono i film migliori.

Potete sentire l’intera intervista, in inglese, qui sotto:

 

 

Avengers: Endgame è al cinema dal 24 aprile.

LEGGI ANCHE

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

Consigliati dalla redazione