Dopo una lunga carriera come attrice e stuntwoman, la svolta per Monique Ganderton è arrivata prima con Atomica Bionda (in cui ha fatto da controfigura a Charlize Theron) e poi con Avenger: Endgame, diventando la prima donna a coordinare le scene d’azione e gli stunt per un film dei Marvel Studios.

L’esperta ha parlato della sua esperienza sul set del film dei fratelli Russo in un’intervista con l’Hollywood Reporter di cui vi riportiamo alcuni estratti a seguire:

Qual è stato l’aspetto più arduo da gestire in qualità di coordinatrice degli stunt di Endgame? 

Abbiamo girato prima Infinity War, poi Endgame per un paio di mesi. Captain Marvel e Far From Home non erano ancora usciti, perciò nessuno sapeva come sarebbero finiti. Infinity War non era ancora arrivato al cinema, quindi non sapevamo come il pubblico avrebbe reagito ad alcune parti. Per la battaglia finale [di Endgame], allora, abbiamo girato delle sequenze che abbiamo categorizzato come “forse le useremo, forse no”. Sapevo che avrei avuto bisogno di molte persone perché avremmo dovuto dividerci: alle coreografie serviva una situazione da divide et impera.

Nella battaglia finale di Endgame c’è la scena iconica con tutte le donne Marvel…quanto è stato complesso pianificarla?

Abbiamo girato qualcosa come trenta versioni diverse…quello a cui molti sfugge è la disponibilità degli attori. La Marvel non può accaparrarsi gli attori per un anno intero. Per le donne della Marvel sapevamo che le avremmo avute tutte sul set per vederle correre insieme, ma tutti gli altri giorni era un continuo “chi possiamo sostituire con una controfigura se è in digitale o indossa una maschera?”.

Ci siamo scervellati tantissimo a progettare l’azione e continuare a creare occasioni da dare a un personaggio. Tecnicamente Endgame è stato una partita a scacchi…poteva essere un disastro, ma tutti si sono comportati con grande affetto e rispetto reciproco.

Avengers: Endgame è arrivato al cinema ad aprile 2019.

Leggi anche:

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

Cosa ne pensate? Potere dire la vostra nello spazio dei commenti in calce all’articolo!