All’indomani degli Oscar, fresco di vittoria per la miglior sceneggiatura originale con Jojo Rabbit, Taika Waititi ha parlato con Variety dei suoi prossimi progetti, facendo chiarezza (per così dire) sulla notizia di un interessamento della Disney a coinvolgerlo per un film di Star Wars:

Vorrei che ci fosse qualcosa di più interessante da dire, mettiamola così. Si discute di Star Wars? Sì: ne ho discusso con i miei amici nel 1996! Ecco di cosa stiamo parlando. […] Penso che la gente mi abbia visto andare in giro con persone legate a Star Wars e abbia pensato che stessi avendo chissà quali discussioni. Ma si sappia che mi piacerebbe un sacco! […] Se fosse il film giusto, lo farei. Farei qualsiasi tipo di film se avesse senso e non mi desse l’impressione di essere un suicidio per la mia carriera.

Waititi parla anche di Thor: Love and Thunder, e del ritorno di Natalie Portman:

Ci siamo ispirati ai fumetti originali, hanno influenzato le prime bozze della sceneggiatura. Ma alla Marvel cambiamo sempre tutto. Oggi potrei dire una cosa, e tra due anni sarebbe l’opposto. Scriviamo sempre, persino durante la post-produzione. […] Ci basiamo su ciò che vuole il pubblico. Facciamo dei test screening. Abbiamo effettuato due settimane di riprese aggiuntive con Thor: Ragnarok, abbiamo apportato dei cambiamenti enormi, interi passaggi della storia. Abbiamo rigirato intere scene. Credo sia per questo che i film Marvel funzionano. La Marvel fa di tutto per arrivare a un buon film. […] E io includo le riprese aggiuntive in ogni mio film, le includo nei budget. Mi piacciono! Non mi vergogno di tornare indietro e sistemare le cose.

Probabilmente la Valkyrie di Tessa Thompson sarà più esplicitamente “queer” in questo film:

Penso di sì. Il personaggio non è mio. Ma penso che qualsiasi cosa faccia sentire gli attori a loro agio, qualsiasi cosa sembri loro naturale… allora ha il mio appoggio. Se Tessa volesse, io ci starei.

Un ultimo aggiornamento, poi, sul live action di Akira per la Warner Bros:

L’intero film è stato sospeso. Continuavamo a rimandare la data d’uscita, e a quel punto si è sovrapposta con la produzione di Thor: Love and Thunder, che è inamovibile. Quindi Akira è slittato di due anni. A questo punto, però, non so dove sarò tra due anni – non so cosa farò tra due giorni! Penso che alla fine il film verrà fatto, non so se lo dirigerò io però.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!