Sarebbe dovuto uscire lo scorso aprile, ma poi, a causa di un attacco hacker, era stato rimandato a data da destinarsi: parliamo di Dragon Ball Super: Super Hero, il film d’animazione della Toei Animation, il ventunesimo della saga, contando solo i lungometraggi, e il secondo appartenente all’arco narrativo della serie “Super”, come sequel diretto di Dragon Ball Super: Broly e, naturalmente, della serie animata oramai conclusa. Grazie, a Comicbook, scopriamo ora che il film arriverà il prossimo giugno nonché maggiori dettagli sulle cause che hanno portato al rinvio della data d’uscita precedentemente stabilita.

Secondo il rapporto ufficiale della Toei Animation, l’hacking è stato possibile dopo che un dipendente ha scaricato il software sul proprio portatile di lavoro. Il file era legato ad un ransomware, e una volta che il virus è stato attivato, parti del contenuto presente “nelle strutture informatiche e nei PC” della compagnia è stato criptato. Così, questa non ha potuto più accedere ai contenuti finiti di diverse loro proprietà intellettuali, tra cui One Piece, Precure, Digimon e proprio Dragon Ball Super. Per poter gestire con la dovuta cura il problema, la Toei Animation ha deciso allora di tutelarsi ritardando i progetti legati alle serie anime colpite da questo attacco hacker. Fortunatamente, sembra che lo studio abbia affrontato l’emergenza senza perdere alcun contenuto o divulgare informazioni personali. Nonostante un notevole ritardo, Dragon Ball Super: Super Hero è dunque pronto ad arrivare sul grande schermo.

Vi ricordiamo che, per avere tutte le informazioni sul film, potete consultare il nostro speciale.

Quanto attendete il film? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto!

FONTE CB