Buon esordio, ma non ottimo, per No Time to Die al box-office nordamericano: il film con Daniel Craig, uscito sei anni dopo l’ultimo episodio (a causa dei quattro rinvii dovuti alla pandemia) ha infatti raccolto 56 milioni di dollari in 4.407 cinema. Dopo le anteprime di giovedì sera e i dati di venerdì, le proiezioni (alimentate anche dalle recensioni decisamente positive) parlavano di una settantina di milioni di dollari nei tre giorni, una previsione che si è sgonfiata già sabato ridimensionandosi attorno ai sessanta milioni. Rimane il quinto miglior esordio dall’inizio della pandemia, e il quarto della saga di James Bond dopo Skyfall (88 milioni), Spectre (70 milioni) e Quantum of Solace (67 milioni). Ma il pubblico di James Bond ha un’età superiore a quello, per esempio, di Venom: la furia di Carnage, e questo può aver compromesso il risultato a causa dell’insistenza della pandemia (gli spettatori più in là con l’età stanno faticando a tornare al cinema negli Stati Uniti, l’opposto che nel nostro paese dove è in vigore il Green Pass). Va aggiunta la durata notevole del film, che si attesta intorno alle 2 ore e 45 e che limita il numero di spettacoli giornalieri.

L’ottimo punteggio CinemaScore A- e l’esclusiva cinematografica dovrebbero garantire a No Time to Die, tuttavia, una buona tenuta nelle prossime settimane: i film della saga di James Bond tradizionalmente hanno le gambe lunghe. Costato 250 milioni di dollari, il blockbuster ha raccolto altri 89 milioni di dollari in 66 territori, un risultato davvero notevole che porta gli incassi globali a ben 313.2 milioni di dollari in tutto il mondo. Il 29 ottobre il film uscirà anche in Cina.

Tornando negli Stati Uniti, cala bruscamente Venom: la furia di Carnage, che con una frenata del 64% incassa altri 32 milioni di dollari. La competizione con Bond può essere parzialmente chiamata in causa, ma va anche detto che con l’esordio da record di una settimana fa era prevedibile un secondo weekend più moderato. Complessivamente, il cinecomic ha raccolto 141.6 milioni di dollari negli Stati Uniti. Nel resto del mondo ha incassato altri 25 milioni di dollari in 13 territori, per un totale di 185.6 milioni di dollari in tutto il mondo.

Al terzo posto, La Famiglia Addams 2 perde il 42% e incassa altri 10 milioni di dollari nel suo secondo weekend, con 31 milioni di dollari complessivi (è disponibile anche On Demand).

Quarta posizione per Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, che incassa altri 4.2 milioni di dollari salendo a 212 milioni di dollari in sei settimane. In tutto il mondo il cinecomic dei Marvel Studios ha superato i 400 milioni di dollari complessivi. Chiude la top-five I molti santi del New Jersey, che incassa altri 1.4 milioni di dollari (con un calo molto forte di quasi il 70%) e un totale di 7.4 milioni di dollari in dieci giorni. Il prequel de I Soprano è disponibile anche in streaming.

Tra i nuovi esordi, si piazza al settimo posto Lamb: l’horror di A24 raccoglie un milione di dollari.

INCASSI USA 8-10 / 10 / 2021

  1. NO TIME TO DIE – $56,007,372 / $56,007,372
  2. VENOM: LA FURIA DI CARNAGE – $32,000,000 / $141,665,616
  3. LA FAMIGLIA ADDAMS 2 – $10,019,040 / $31,140,891
  4. SHANG-CHI E LA LEGGENDA DEI DIECI ANELLI – $4,200,000 / $212,456,765
  5. I MOLTI SANTI DEL NEW JERSEY – $1,450,000 / $7,407,052
  6. FREE GUY – $1,300,000 / $119,681,287
  7. LAMB – $1,000,079 / $1,000,079
  8. DEAR EVAN HANSEN – $1,000,000 / $13,706,130
  9. CANDYMAN – $700,000 / $60,073,075
  10. MET OPERA: BORIS GODUNOV – $387,000 / $387,000

Fonte: BOM