La stampa internazionale (e anche nazionale, come potete leggere qua) si è espressa sul West Side Story di Steven Spielberg, che uscirà nei cinema americani il 10 dicembre e in Italia il 23 dicembre.

Sull’archivio RottenTomatoes, al momento il 93% delle recensioni è positivo, con un voto decisamente alto di 8.2/10. I critici hanno promosso con entusiasmo il musical, acclamandone la regia ma anche le interpretazioni.

Ecco la nostra traduzione degli estratti delle principali testate:

  • The Wrap – Spielberg e Kushner hanno dato a questa venerabile proprietà una riverniciata, hanno messo in sicurezza qualche parete, spostato qualche finestra e alla fine hanno costruito un edificio tutto loro dal leggendario musical di Broadway.
  • Times – Steven Spielberg ci ha mostrato come si rifà uno dei più grandi musical cinematografici di sempre. Non sono però ancora sicuro, durante questo incomparabile omaggio, se riesca a mostrarci il perché.
  • Time Magazine – Non avevo idea di aver bisogno di questo West Side Story… finché non l’ho visto. Questo forse è il miglior tipo di film: quell’obiettivo raggiunto, nascosto in piena vista tutto il tempo.
  • Entertainment Weekly – Sembra un raro traguardo anche solo cercare di scalare una vetta impossibile da scalare, eppure, dopo più di mezzo secolo, arrivare a farla persino cantare.
  • LA Times – Convinzione – un impegno che non può essere falsificato, e una qualità necessaria a ogni musical: è ciò che sostiene, energiza e alla fine giustifica questo West Side Story.
  • Variety – Il film ha una sua sfacciata effervescenza. Si può sentire la gioia che ha avuto Spielberg nel farlo, ed è contagiosa.
  • Empire – Fatto col cuore e commovente, questo film sembra un adattamento fedele alle sue radici e tuttavia vivo e moderno.
  • The Playlist – Il film corre come un treno merci, la sua durata di 156 minuti passa con un soffio, e il suo ritmo a rotta di collo combinato con l’estetica espressionista e le immagini coloratissime ci ricorda che i blockbuster non devono per forza essere tutti così sporchi e grigi.
  • NY Post – È il film del regista di ET più visivamente entusiasmante da un fantastilione di anni.
  • The Guardian – Spielberg giustamente non cerca di nascondere le origini teatrali del film. La sua tecnica magistrale è incredibile, questa commovente fiaba americana di amore maledetto mi ha strappato il cuore.
  • Indiewire – Uno splendido musical, e un impeccabile film di Spielberg.

West Side Story esplora amori e tensioni tra le gang rivali dei Jets e degli Sharks nelle strade della New York del 1957.

Nel cast troviamo, tra i membri dei Jets, Anybodys (Ezra Menas), Mouthpiece (Ben Cook), Action (Sean Harrison Jones); il loro leader Riff (Mike Faist); Baby John (Patrick Higgins); Tony (Ansel Elgort) e Maria (Rachel Zegler). Il fratello di Maria e leader degli Sharks Bernardo (David Alvarez); e i membri degli Sharks Quique (Julius Anthony Rubio), Chago (Ricardo Zayas), Chino (Josh Andrés Rivera), Braulio (Sebastian Serra) e Pipo (Carlos Sánchez Falú).

Nel cast anche Ariana DeBose (Anita); Ana Isabelle (Rosalia); Corey Stoll (Tenente Schrank); Brian d’Arcy James (Agente Krupke); Curtiss Cook (Abe) e la vincitrice dell’Oscar Rita Moreno, che interpreta Valentina ed è anche tra i produttori esecutivi.

L’uscita italiana è prevista per il 23 dicembre.

Quanto attendete il film? Ditecelo nei commenti!