***

 

Concludiamo il nostro coverage di La Fine del Mondo di Edgar Wright con qualche brevissimo commento sulla review copy in Blu-Ray fornitaci dalla Universal.

Come già evidenziato nella videorecensione di Gianluca Dadomo il film viene proposto dalla divisione home video della major citata in un BD-50 con aspect ration 2.35:1 con bande nere sopra e sotto.

Il quadro visivo offerto dal disco non mostra alcun tentennamento nell'incedere della storia, nel passare dai 

colori più naturali e luminosi della prima parte a quello più scuri ed elettrici che cominciano a prendere piede mano a mano che il “Mile End” dei nostro atipici eroi prosegue. Confermiamo, anche qua, qualche leggero cedimento nei passaggi dalle tonalità più dark – un'eccessiva pastosità del nero – ma nulla di drammatico.

Il versante audio propone un DTS-HD Master Audio Lossless per la lingua inglese e il DTS per l'italiano. Seppur con le ovvie differenze del caso, va detto che la traccia audio destinata alla nostra lingua è comunque di livello qualitativo lodevole. Ogni aspetto acustico del film riceve la giusta dose di attenzione, sia che si tratti di dialoghi che di effetti più o meno esplosivi, e la spazialità è garantita da un buon uso dei satelliti.

In fase di videorecensione abbiamo già sottolineato come gli extra dell'edizione italiana siano meno numerosi rispetto a quelli delle versioni estere, per cui rimandiamo alla medesima, che riportiamo ancora una volta qua sotto, ogni considerazione del caso.