Abbiamo già parlato di alcune curiosità collegate a Parasite, l’acclamato film di Bong Joon-ho, in questo articolo dove abbiamo riportato un po’ di “dettagli culturali” difficilmente distinguibili a un primo sguardo, a meno che non si sia coreani o esperti di quella cultura.

Chiaramente abbiamo citato anche il “Ram-Don” (una fusione tra ramen e udon), pietanza che ha un ruolo molto importante in una scena della pellicola.

Oggi segnaliamo un altro video sempre dedicato al Ram-Don decisamente più approfondito rispetto al breve filmato che avevamo incluso nell’altro articolo che potete impiegare come utile tutorial qualora vogliate cimentarvi nella preparazione del medesimo. Chiaramente, se non avete visto Parasite, occhio agli spoiler!

Parasite, la sinossi ufficiale del film di Bong Joon-ho:

I quattro membri della famiglia di Ki-taek sono molto uniti, ma anche molto disoccupati, e hanno davanti a loro un futuro incerto. La speranza di un’entrata regolare si accende quando il figlio, Ki-woo, viene raccomandato da un amico, studente in una prestigiosa università, per un lavoro ben pagato come insegnante privato. Con sulle spalle il peso delle aspettative di tutta la famiglia, Ki-woo si presenta al colloquio dai Park. Arrivato a casa del signor Park, proprietario di una multinazionale informatica, Ki-woo incontra la bella figlia Yeon-kyo. Ma dopo il primo incontro fra le due famiglie, una serie inarrestabile di disavventure e incidenti giace in agguato.

“Storia di inganni e servi astuti, di raggiri scaltri e nere conseguenze per quelli che sembrano essere i più furbi. Parte come una commedia sofisticata, tutta trovate geniali (la casa in cui vive la famiglia povera, la professionalità con cui scroccano il wifi all’inizio), prosegue come un thriller e finisce come una tragedia greca”: così il nostro Gabriele Niola ha descritto Parasite nella sua recensione dalla Croisette. Nel cast Song Kang-ho (che ha già lavorato col regista nelle sue precedenti opere Memories of Murder, The Host e Snowpiercer), Lee Sun-kyun e Jo Yeo-jeong.