Nonostante il box-office tutt’altro che esaltante di Solo: A Star Wars Story, i rumour circa l’allontanamento di Kathleen Kennedy dalla Lucasfilm sono sempre stati palesemente inattendibili, motivo per cui, nei mesi scorsi, abbiamo sempre evitato di riportarli.

E il tempo ci ha dato ragione.

L’Hollywood Reporter ha pubblicato, poco fa, la notizia che l’accordo che lega la storica produttrice alla Lucasfilm sarà rinnovato per altri tre anni (fino al 2021).

La Disney ha dunque deciso di mantenere la Kennedy al timone della saga creata da George Lucas, nonostante il “passo falso” di Solo (un film, comunque, voluto e discusso da Lucas e bob Iger anche prima dell’effettivo passaggio della Lucasfilm nelle mani della Casa di Topolino e del cui fallimento il boss della major si è assunto tutte le colpe) e le infinte discussioni e polemiche online generate da Gli Ultimi Jedi.

A quanto pare l’immediato futuro della saga, che nel 2019 concluderà l’epopea degli Skywalker con l’Episodio IX, potrebbe essere maggiormente indirizzato alla televisione, nonostante i film di Star Wars supervisionati da Rian Johnson e quelli del duo di Game of Thrones Daniel Brett Weiss e David Benioff vengano indicati dall’Hollywood Reporter come “ancora in sviluppo” (e nonostante nell’agenda di Rian Johnson ci sia in programma il film con Daniel Craig di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa).