Nonostante le corpose 2 ore e 49 (titoli di coda esclusi), anche nel caso di Avengers: Endgame ci sono una serie di scene che mancano all’appello, ovvero sequenze mostrate nel corso della campagna promozionale e poi finite sul pavimento della sala montaggio.

La vittima sacrificale principale sembra essere Vedova Nera, che avrebbe dovuto comparire in alcune sequenze aggiuntive. Quel che è certo è che, a differenza di altri casi, i fratelli Russo non sono stati costretti a tagliare molto materiale visto che in un’intervista con Collider i due registi hanno infatti confermato di aver inserito nel montaggio finale “quasi tutto ciò che abbiamo girato“, alludendo a una “manciata di scene tagliate, non tante“.

Facciamo allora il punto.

Attenzione: in questo articolo non faremo riferimento a tutte le inquadrature appositamente manipolate con fini di depistaggio.

Negli spot televisivi è presente un momento con il personaggio interpretato da Scarlett Johansson al quartier generale, come potete vedere dal fotogramma qui di seguito, anche se non sono chiari ulteriori dettagli.

Ci sarebbe dovuto anche essere un momento in cui Natasha riflette sotto la pioggia: magari prima di prendere la decisione di recuperare Clint?

O un altro in cui si allena, sempre dopo il salto temporale:

Qualcosa ci dice che anche Clint dovesse partecipare agli allenamenti, visto che dal fotogramma a seguire (presente nel film) vediamo il personaggio in canottiera e sudato. Si tratta, tra l’altro, del primo momento in cui vediamo Barton al quartier generale, ed è il momento in cui propone di entrare nel Regno Quantico, quindi sembra difficile credere che non abbia girato altre scene precedenti a quel momento, magari proprio con Natasha.

Ecco un’ulteriore scena con Nat che si allena con la pistola, un momento presente praticamente in ogni trailer e spot televisivo. Da notare anche un intervento di tipo digitale sui capelli della donna che a questo punto del film ha i capelli rossi.

I due avrebbero dovuto condividere anche un tenero momento sulla Benatar nel viaggio verso Vormir (anche qui c’è stato un intervento di manipolazione sui finestrini per non farci capire che si trattasse dello spazio).

Katherine Langford

Qualcuno diceva Morgan, la figlia di Tony Stark, qualcun altro Kate Bishop: alla fine Katherine Langford non compare in Avengers: Endgame. La notizia dell’ingaggio della star della serie Netflix 13 è arrivata a sorpresa lo scorso ottobre da fonti molto affidabili, ma alla fine nel film non vi è traccia dell’attrice. Un’altra vittima del montaggio? Qualcuno ha chiesto all’attrice delucidazioni su Instagram, ma lei si è limitata a ribattere con dei puntini sospensivi. Speriamo di scoprirlo presto.

Doctor Strange e il Regno Quantico

In un’intervista con Access TV risalente alla promozione di Infinity War, Tom Holland si era lasciato sfuggire (come al solito) un dettaglio non poco rilevante su Doctor Strange:

[Cumberbatch] ha le battute più difficili, però” aveva ammesso. “Deve parlare davvero tanto di cose riguardo al Regno Quantico“.

In effetti nel film lo Stregone Supremo non fa menzione di Regno Quantico, anche perché è difficile immaginare un momento utile per parlarne. A questo punto le possibilità sono due: Tom Holland ha preso fischi per fiaschi, oppure Doctor Strange doveva effettivamente fornire una ulteriore spiegazione del Regno Quantico ai suoi compagni.

Visione

Visione sembrava destinato a un ritorno, ma alla fine – essendo morto per mano di Thanos e non a causa del suo schiocco – non è tornato in vita. Qualcuno suggeriva che Shuri fosse riuscita a effettuare un backup dell’intelligenza artificiale durante gli eventi di Infinity War, ma alla fine l’unico riferimento al personaggio di Paul Bettany è ad opera di Scarlet Witch durante il suo scontro con Thanos e nella scena finale con Clint, dove entrambi piangono le persone amate.

Durante alcune interviste risalenti all’anno scorso Bettany aveva alluso al fatto che Endgame sarebbe stato più colossale di Infinity War, lasciando quindi intendere un suo eventuale ritorno. Alla fine non è stato così, ma magari la questione sarà esplorata nella serie Disney+ Wandavision, le cui riprese partiranno in autunno, o magari i cambiamenti riguardo il destino di Visione nel film sono stati fatti proprio in seguito all’annuncio della relativa serie Disney+.

***

Avete notato altro? Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Avengers: Endgame è al cinema dal 24 aprile.

LEGGI ANCHE

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.