A soli due giorni dal DC FanDome, è stato svelato uno dei possibili grandi colpi di scena che verranno annunciati durante la convention virtuale: Ben Affleck tornerà nei panni di Batman nel film di The Flash. Il film seguirà infatti la storyline di Flashpoint (2011), proponendo i Batman di dimensioni parallele: già sappiamo che ci sarà anche quello di Michael Keaton.

A confermare la notizia Vanity Fair, che pubblica le parole del regista:

Il suo Batman è una dicotomia tra l’essere molto forte, nella sua mascolinità (per via del suo aspetto e per la sua figura, la sua mascella), e l’essere molto vulnerabile. Sa come interpretare quella vulnerabilità. Ha solo bisogno di una storia che gli permetta di trasmettere questo contrasto, questo equilibrio.

Ha un ruolo sostanziale nell’impatto emotivo del film. L’interazione e il rapporto tra Barry e il Bruce Wayne di Affleck conferirà un livello emotivo che non abbiamo mai visto prima. È il film di Barry, è la storia di Barry, ma i loro personaggi sono più legati di quanto sembri. Hanno entrambi perso le loro madri, sono state uccise entrambe, e questo è uno dei veicoli emotivi del film. È da lì che parte il Batman di Ben Affleck.

Inoltre sono contento di collaborare con qualcuno che ha lavorato sia davanti che dietro la macchina da presa. Lui mi capisce.

Affleck ha ricevuto la sceneggiatura del film alla fine della settimana scorsa e in questi giorni ha dato l’ok a unirsi al progetto. Secondo Andy Muschietti, il suo Batman è quello che Barry Allen considera il “Batman originale”, essendo quello al cui fianco ha combattuto nel film di Zack Snyder. Ecco perché era così importante che tornasse:

È il punto di partenza. Fa parte del contesto inalterato da cui partiamo, prima che inizi l’avventura di Barry. Serve una famigliarità.

A quanto pare la Warner Bros. è pronta a utilizzare il concetto di multiverso (già esplorato sia nei fumetti che in televisione, dove Ezra Miller ha avuto un cammeo) per riunire e dare coerenza alle varie dimensioni della DC al cinema. Batman, per esempio, tornerà presto sul grande schermo con il volto di Robert Pattinson:

Questo film è un po’ un punto cardine, nel senso che presenta una storia che implica un universo unificato, dove tutte le iterazioni cinematografiche che abbiamo visto sono valide. È inclusivo, nel senso che dice che tutto ciò che avete visto esiste, e tutto ciò che vedrete esisterà nello stesso multiverso unificato.

Barbara Muschietti ha aggiunto che temeva che Ben Affleck non accettasse, vista la sua reticenza a dirigere The Batman dopo le sue vicissitudini con l’alcool:

C’erano molte voci, e ci sono state alcune sue dichiarazioni, su quanto sia stato difficile per lui interpretare Batman. È stata dura. Penso però che fosse più che altro un momento molto difficile della sua vita. Ora si trova in un momento completamente diverso. Quando gli abbiamo parlato ci è sembrato molto aperto a riguardo, il che ci ha un po’ sorpresi. Siamo tutti umani, e attraversiamo momenti felici e momenti terribili. In questo momento si trova in una fase in cui può effettivamente divertirsi a interpretare Batman. Inoltre, sebbene sia un ruolo centrale, non è il protagonista, quindi potrà divertirsi.

Il film, diretto da Andy Muschietti e prodotto da lui e da Barbara Muschietti, verrà girato l’anno prossimo non appena il protagonista avrà terminato di girare Animali Fantastici 3, le cui riprese partiranno a settembre e termineranno a gennaio.

Ezra Miller ha fatto il suo debutto in Batman v Superman: Dawn of Justice, ed è tornato a interpretare Barry Allen in Justice League oltre a una comparsa in Suicide Squad.

Il film dedicato a Flash arriverà nelle sale americane il 3 giugno 2022, su uno script di Christina Hodson, sceneggiatrice di Bumblebee e Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn).

Quanto attendete il film su Flash? Ditecelo nei commenti!