Furiosa: Anya Taylor-Joy crede che le riprese di Mad Max la renderanno una persona diversa

Furiosa Anya Taylor-Joy mad max
Furiosa: a Mad Max Saga
di George Miller
23 maggio 2024 al cinema
In una recente intervista con Associated Press, Anya Taylor-Joy ha parlato delle imminenti riprese del prequel di Mad Max: Fury Road su Furiosa.

L’attrice ha parlato delle sue aspettative:

Sono così emozionata. Sono certa che qualunque persona sarò alla fine delle riprese sarà molto diversa dalla persona che sono ora, sono molto emozionata per questa crescita. È una cosa possibile solo con ruoli impegnativi e non riesco a immaginare a un ruolo migliore, a un regista migliore e una storia migliore. Non vedo l’ora.

Il film racconterà le origini dell’iconico personaggio interpretato da Anya-Taylor Joy, e vedrà nel cast anche Chris Hemsworth. George Miller dirigerà il film, e si occuperà della produzione in Australia insieme a Doug Mitchell e alla loro Kennedy Miller Mitchell. La sceneggiatura è stata scritta da Miller insieme a Nico Lathouris: il duo ha scritto Mad Max: Fury Road, che ha vinto sette Oscar.

Dietro le quinte torneranno Colin Gibson (scenografie), Margaret Sixel (montaggio), Ben Osmo (suono), Lesley Vanderwalt (makeup): tutti e quattro hanno vinto l’Oscar per Fury Road. La regia della seconda unità e gli stunt verranno seguiti da Guy Norris.

Ricordiamo che per il ruolo di Furiosa inizialmente George Miller stava pensando di ringiovanire digitalmente Charlize Theron, ma ha rinunciato, cosa che l’attrice ha trovato “difficile da mandare giù“.

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

  • giovedì
    • 16:00 BAD Week
  • venerdì
    • 14:30 BAD Comics
    • 16:30 BAD Games: Kingdom Hearts
  • martedì
    • 19:00 BAD Comics: intervista a Eleonora C. Caruso e Noah Schiatti