Tutte le recensioni

Aggiornato il 27 maggio 2019 alle 03:43

Sebbene quasi tutti apprezzino "l'artigianalità" del cinema della Aardman, il fatto di poter intravedere il tocco umano sulla plastilina (che poi non è plastilina ma latex, molto meno poetico e più fetish) nei suoi cartoni

Affidato ad un team di tecnici (ex controfigure passate alla regia e autori di documentari a tema militare) e scritto dallo sceneggiatore di 300, Act of Valor è quello che una volta si sarebbe definito un film patriottico e che oggi è solo

Con una rivoluzione sostanziale nella troupe e una molto meno sensibile nel cast (scompare Gemma Arterton e Rosamund Pike sostituisce Alexa Davalos come Andromeda) La Furia dei titani cerca di far dimenticare Scontro tra titani. Liebesman è cineasta

La parte migliore del cinema dei Vanzina è che ogni scusa è buona per fare un film, non serve uno spunto particolare, basta intavolare situazioni e applicare il proprio stile, perchè il cinema non è soggetto ma sceneggiatura. Stavolta

Riuscite ad immaginarvi Johnny Depp sceneggiatore? Che lui sia un tipo creativo è fuori di dubbio, ma che abbia anche la pazienza per mettersi davanti al computer e scrivere, tagliare e modificare scene e dialoghi è davvero difficile da

E' periodo di revisione storica questo. Mentre i 40enni rivedono gli anni '80 (cioè la loro adolescenza) con nostalgia e affetto, i 70enni rivedono gli anni di piombo, il terrorismo e la storia criminale del paese (cioè i loro vent'anni). A

Leggi anche la recensione di Andrea D'Addio dal Festival di Berlino Cronaca: al 60' minuto dall'inizio della proiezione di Diaz - Non pulire questo sangue di Daniele Vicari, recentemente premiato nella sezione Panorama del Festival di Berlino,

Quella di The Raven poteva essere una rilettura in stile Sherlock Holmes di Guy Ritchie o (forse più appropriato) in stile From Hell, invece James McTeigue, che pure di fumetti al cinema s’intende, rigetta quella matrice e gira una storia